Gamberi di fiume, una delizia tutta popolese

Oggi quello che gli anziani chiamano “u’jammar” è sparito dal nostro territorio, ma fino a una quarantina di anni fa gli uomini immergevano un secchiello nelle acque del Tirino per riportare a casa un prelibato bottino da gustare poi a cena

A dare lustro ai palati, nella provincia del Pescarese, sono anche le località dell'entroterra. Come Popoli, ad esempio, famosissima per i suoi gamberi di fiume, che possono essere gustati - come secondo piatto - sia da soli sia in guazzetto, ma anche andare ad arricchire un bel primo a base di pasta.

Oggi quello che gli anziani popolesi chiamano “u’jammar” è sparito dal nostro territorio e viene per lo più importato dall’estero. Ma leggenda vuole che fino ad una quarantina di anni fa, al tramonto, gli uomini immergessero un secchiello nel bacino idrografico del Tirino, per riportare a casa un prelibato bottino da mangiare poi a cena con la propria famiglia.

E ancora adesso, nei ristoranti della Val Pescara, è possibile assaggiare - anche in versione gourmet - questa autentica delizia di acqua dolce, che resta una vera e propria specialità della zona.

gamberi di fiume 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento