Violenza sessuale a Pescara, la donna stordita con un mix di farmaci e alcol

Dopo aver conosciuto il suo aguzzino, la donna e il 61enne avrebbero bevuto del vino. Un mix, con i farmaci dei quali abitualmente la vittima fa uso, che l'avrebbe trascinata in uno stato di intontimento prima di essere poi violentata

Alcol e medicinali. Sarebbe stato questo mix ad aver stordito la donna di 39 anni che ha subito una violenza sessuale nei pressi della stazione di Pescara da parte di un 61enne senegalese poi arrestato. E' quanto hanno appurato al momento gli agenti della Squadra mobile della Questura di Pescara che stanno ricostruendo il grave episodio di violenza, avvenuto mentre la vittima stava aspettando la sorella di ritorno da Roma.

Dopo aver conosciuto il suo aguzzino, la donna e il 61enne avrebbero bevuto del vino. Un mix, con i farmaci dei quali abitualmente la vittima fa uso, che l'avrebbe trascinata in uno stato di intontimento prima di essere poi violentata.

Trasferita al Pronto soccorso in uno stato confusionale dagli agenti della Squadra mobile e dal personale del 118, sul corpo della donna sono state rinvenute delle abrasioni compatibili sul presunto abuso, confermato in parte dalla malcapitata in sede di denuncia, vista la mancanza di totale lucidita'. Saranno gli esami clinici ai quali la presunta vittima si e' sottoposta a supportare o meno la tesi dell'accusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Aeroporto d'Abruzzo diventa hub nazionale: sì all'allungamento della pista

  • Montesilvano, donna colpita alla testa da una pietra: la ricostruzione dei fatti

  • Incidente frontale nel Pescarese, ferita gravemente una ragazza

  • Francesco Totti a Pescara, la Rete impazzisce per il Capitano [FOTO]

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

  • Pescara, Spaccio di droga al "Ferro di Cavallo": arrestate dieci persone

Torna su
IlPescara è in caricamento