Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca San Donato / Via Alento

Violenza sessuale in una casa occupata da senzatetto, condannato

Quella sera, secondo quanto è stato ricostruito, l'uomo avrebbe spinto la sua vittima su un letto per cercare di avere un rapporto con lei, dandole anche due pugni in testa perché la poveretta opponeva resistenza

Violenza sessuale e lesioni ai danni di una donna ucraina di 50 anni in un'abitazione occupata da alcuni senzatetto lungo via Alento: condannato un marocchino di 36 anni. L'uomo, Ilyas Oujib, dovrà scontare 5 anni e 6 mesi reclusione. Lo ha deciso oggi pomeriggio il tribunale collegiale di Pescara, in riferimento ai fatti avvenuti nella notte tra il 5 e il 6 marzo scorsi.

Il pubblico ministero Marina Tommolini aveva chiesto 8 anni di carcere per il 36enne, che verrà anche espulso dal territorio nazionale. L’imputato viveva abusivamente in quella casa insieme ad altre 5 persone.

Quella sera, secondo quanto è stato ricostruito, avrebbe spinto la sua vittima su un letto per cercare di avere un rapporto con lei, dandole anche due pugni in testa perché la donna opponeva resistenza. La povera 50enne finì in ospedale con un trauma cranico e varie contusioni guaribili in tre settimane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale in una casa occupata da senzatetto, condannato

IlPescara è in caricamento