menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe agli anziani e spaccio di droga: quattro persone agli arresti

I Carabinieri di Pescara hanno arrestato nelle ultime ore quattro persone in due distinte attività d'indagine. Nel primo caso, due donne di etnia rom sono accusate di furto con destrezza e truffa ai danni di una coppia di anziani pescaresi, nel secondo caso due persone sono state arrestate per spaccio di stupefacenti

p5220024I Carabinieri di Pescara hanno eseguito nelle ultime ore quattro arresti riguardanti due distinte attività d'indagine.

Guarnieri Loreta, Spinelli Nella, Balducci Antonio sono stati arrestati, mentre per Rapuano Carmela la notifica dell'arresto è avvenuta in carcere.

Nel primo caso, la Guarnieri e la Spinelli, cognate ed entrambe di etnia rom, sono accusate di aver rubato circa 20 mila euro in contanti e diversi gioielli in casa di una coppia di anziani pescaresi. Le due donne, infatti, si sono spacciate per impiegate comunali e, mentre una distraeva le vittime fingendo di prendere alcune misure e dati dell'appartamento da consegnare al Comune, l'altra si recava furtivamente nella camera da letto, dove ha sottratto l'ingente somma di denaro ed i gioielli in oro.

Le truffatrici sono riuscite ad abbandonare la casa tempestivamente non appena compiuto il furto, ma l'anziana è riuscita ad attirare l'attenzione dei passanti in strada urlando contro le due donne, che nel frattempo erano salite a bordo di un'auto dove un terzo complice le attendeva. In particolare, uno dei testimoni è riuscito a prendere le prime cifre della targa dell'automobile.
I Carabinieri, grazie a questi dati, sono riusciti a risalire alla banda di malviventi, che era già stata segnalata nel mese di luglio, quando, nel corso di un posto di blocco, erano state trovate in possesso di alcuni grimaldelli ed attrezzi da scasso, oltre ad un quaderno dove erano annotati alcuni nomi ed indirizzi, tutti di persone anziane, probabilmente potenziali vittime del raggiro.

I militari, a seguito degli arresti, hanno perquisito le abitazioni di Vasto e Pescara delle due donne, dove sono stati trovati i gioielli e gli attrezzi da scasso. Probabilmente sono le stesse persone che da mesi truffano e raggirano anziani nelle province di Pescara e Chieti, spacciandosi per dipendenti comunali, impiegate della Asl ed assistenti sociali.

Sono in corso indagini per identificare altre due persone coinvolte nei furti.

La seconda attività d'indagine, riguarda invece lo spaccio di stupefacenti nel quartiere Rancitelli. Antonio Balducci, pregiudicato e tossicodipendente pescarese, è stato arrestato con l'accusa di spaccio continuativo di sostanze stupefacenti. Da tempo l'uomo era pedinato ed osservato dai Carabinieri, che negli ultimi giorni hanno intensificato, insieme alle altre Forze dell'Ordine, i controlli nel quartiere a rischio della città.

L'ultima ordinanza di custodia cautelare è stata notificata a Carmela Rapuano, arrestata lo scorso 3 ottobre insieme al figlio per spaccio di stupefacenti. La donna si trovava già presso il Carcere di Chieti, dove ha ricevuto il provvedimento inerente sempre l'attività di spaccio.

gioielli1

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento