Droga: arrestati dai Carabinieri madre e figlio spacciatori

I Carabinieri di Pescara, nel corso di alcuni controlli per contrastare lo spaccio di stupefacenti a Rancitelli, hanno arrestato madre e figlio per spaccio di eroina. Si tratta di Carmela Rapuano, 60 anni, e del figlio Italo Di Rocco, 24 anni

Continua l'azione di contrasto dei Carabinieri di Pescara allo spaccio di sostanze stupefacenti nei quartieri a rischio della città.

Nella giornata di ieri, infatti, sono stati arrestati madre e figlio nel quartiere di Rancitelli, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di Carmela Rapuano, 60 anni, e del figlio Italo Di Rocco, 24 anni. I due abitavano in una casa in via Tavo, quando sono stati sorpresi dai Carabinieri che hanno effettuato una perquisizione nell'appartamento, trovando circa 40 grammi di eroina, banconote per circa 4 mila euro e del materiale utilizzato per confezionare le dosi.

Entrambi erano pregiudicati per reati connessi allo spaccio, e sono stati condotti presso il carcere di San Donato ed in quello di Chieti.

La donna, in base ad alcune testimonianze fatte da dei tossicodipendenti interrogati dai Carabinieri, potrebbe essere colei che ha venduto la dose letale al ragazzo di Fano deceduto qualche giorno fa per overdose sempre nella zona di Rancitelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento