rotate-mobile
Cronaca

Treno Pescara-Roma, Acerbo: "Per il Governo non è una priorità"

L'esponente di Rifondazione Comunista parla di "ennesimo schiaffo alla nostra Regione, emblematico della considerazione che hanno nei nostri confronti"

Maurizio Acerbo, membro della segreteria del Partito della Rifondazione Comunista, segnala che tra le norme cancellate dalla legge di stabilità "c'è l'indicazione della priorità per la ferrovia Roma-Pescara. Si tratta dell'ennesimo schiaffo alla nostra Regione ed è emblematico della considerazione che il Governo nutre nei nostri confronti".

Acerbo ritiene che "con il Pd come con il centrodestra a livello nazionale prosegue la tendenza alla marginalizzazione del nostro territorio. Mi domando cosa stiano facendo i nostri rappresentanti istituzionali, perché nessuno ci abbia informato nè abbia protestato. Il collegamento Pescara-Roma non era una priorità?".

Attualmente, servendosi del collegamento su ferro, per raggiungere la Capitale dalla nostra città ci vogliono circa 4 ore, anche se di recente Trenitalia ha prospettato la possibilità di ridurre i tempi di percorrenza almeno di sessanta minuti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treno Pescara-Roma, Acerbo: "Per il Governo non è una priorità"

IlPescara è in caricamento