Cronaca

Uomo morto dopo una lite, individuato l'aggressore

Grazie infatti alle numerose testimonianze di chi aveva assistito alla scena, nel giro di pochi minuti i carabinieri hanno rintracciato e portato in caserma un ragazzo di 20 anni

È durato solo poche decine di minuti l'allontanamento del giovane che ieri sera, giovedì 11 luglio, ha aggredito durante una lite Tiziano Paolucci, 56 anni, morto poco dopo in strada in via della Pineta a Pescara.
Grazie infatti alle numerose testimonianze di chi aveva assistito alla scena, nel giro di pochi minuti i carabinieri hanno rintracciato e portato in caserma un ragazzo di 20 anni che però non sapeva che il 56enne fosse morto dopo la lite. Infatti sembrerebbe che entrambi, dopo la lite si fossero allontanati vicendevolmente.

Mentre moglie, figlia e familiari piangevano disperate l'improvvisa e imprevedibile scomparsa del loro amato tre auto dei militari dell'Arma a sirene spiegate hanno transitato in strada della Bonifica con il il protagonista della lite a bordo. 

Si tratterebbe di un giovane di soli 20 anni che a bordo di una Jeep Renegade di colore bianco aveva fatto ritorno verso casa, nella zona di via Lago Isoletta a Colle Pineta. A poche centinaia di metri da dove si è consumata la tragedia. I militari dell'Arma e il pm Marisa Tommolini, che si occupano delle indagini, adesso dovranno comprendere quale sia stata la causa del decesso, se i colpi ricevuti, o un malore conseguente alla lite. Il 20enne è stato ascoltato ieri in caserma dai carabinieri e dal pm e al momento risulta indagato a piede libero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo morto dopo una lite, individuato l'aggressore

IlPescara è in caricamento