rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Comune Pescara, la spending review taglia oltre 700.000 euro

L'assessore al Bilancio Bruna Sammassimo: "Massima attenzione a spese ed entrate". L'importo complessivo della manovra nazionale ammonta a 375,6 milioni di euro

“A una settimana dall’approvazione del rendiconto di gestione che per la prima volta ha avuto parere negativo dei Revisori dei Conti ed è stato approvato con i soli voti dell’attuale maggioranza e non da parte di chi ha determinato questo disastro finanziario, si è avuta notizia che nel corso della conferenza Stato-Città dello scorso 5 agosto è stata definita Comune per Comune l’entità del taglio ai trasferimenti da parte dello Stato”.

Lo comunica l’assessore al Bilancio Bruna Sammassimo, Per il Comune di Pescara la cifra è pari a 716.037,64 euro, stilata sulla base della spesa corrente media sostenuta nel triennio 2011/2013.

Sammassimo spiega che "si tratta di un ulteriore taglio ai trasferimenti che arriva in un momento di già grande difficoltà per i conti del Comune di Pescara, impegnato a recuperare sia ritardi accumulati dalla precedente Amministrazione che la mancata approvazione delle delibere relative alla IUC (imposta unica comunale che ricomprende Imu, Tasi e Tari). Un taglio sensibile che sprona l’intera Amministrazione attuale ad approfondire maggiormente le politiche di attenzione e di razionalizzazione della spesa e delle entrate".

L’importo complessivo della manovra nazionale ammonta a 375,6 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune Pescara, la spending review taglia oltre 700.000 euro

IlPescara è in caricamento