rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Sfugge al controllo dei genitori e si teme il peggio: ritrovata a 20 stabilimenti di distanza

Protagonista della vicenda una bambina belga di 9 anni, l'ultima volta il padre, spiega il presidente della Compagnia del mare Lifeguard Di Santo, ha detto di averla vista in acqua, ma per fortuna si era allontanata a piedi

Si è temuto il peggio, ma per fortuna, nonostante il tanto tempo trascorso e l'averla ritrovata a ben 20 stabilimenti di distanza dal proprio, la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi. E' accaduto ieri a Montesilvano dove una bambina belga di 9 anni è sfuggita al controllo dei genitori che, preoccupati, hanno subito dato l'allarme. E' stato il bagnino dei Bagni Bruno ad allertare la centrale operativa della Lifeguard e subito sono partire le ricerche.

A far temere il peggio, spiega Cristian di Santo, presidente della compagnia del mare Lifeguard, è stato quanto riferito dal papà della piccola che ha detto di averla vista l'ultima volta mentre stava facendo il bagno. “In questo caso – spiega – sono entrate in azione le moto d'acqua, la capitaneria e i carabinieri che sono giunti sul posto. La mamma si è sentita male”. Fortunatamente, però, la piccola aveva solo iniziato a camminare senza rendersi conto di quanto si fosse allontana. Grazie alla comunicazione radio arrivata a tutte le postazioni, ad individuarla all'altezza dello stabilimento Il Veliero è stata la bagnina: tutti hanno potuto tirare un sospiro di sollievo. Non un caso isolato, spiega Di Santo, ma nella gran parte dei casi i piccoli che si allontanano vengono ritrovati nel giro di cinque minuti. C'è però un nuovo fenomeno quest'anno, aggiunge e cioè quello dei figli che vanno a segnalare la “scomparsa” dei genitori: “accade sempre più spesso – racconta – che ci siano bambini che vanno dal bagnino a denunciare lo smarrimento dei genitori dicendo di non trovarli più”

Per quanto riguarda l'allontanamento dei bambini, aggiunge Di Santo, gli episodi accadono più spesso di quanto si pensi sebbene, come già detto, nella maggior parte dei casi si risolvano in fretta anche se casi particolari come quello di ieri capitato con la piccola in vacanza con i genitori, possono accadere. Per questo il suo appello è agli adulti perché tengano costantemente sotto controllo i bambini: “perderli di vista – aggiunge – è un attimo”. Sarebbe da capire chi, quando si verifica il contrario, dovrebbe tenere sotto controllo gli adulti.

Nel caso in cui dovesse comunque accadere che si perda di vista un bambino o che se ne noti uno spaesato in spiaggia, conclude il presidente Lifeguard, bisogna sempre rivolgersi al bagnino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfugge al controllo dei genitori e si teme il peggio: ritrovata a 20 stabilimenti di distanza

IlPescara è in caricamento