rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Farindola

Rigopiano, una delle vittime telefonò al Coc di Penne per chiedere l'evacuazione dell'hotel

Gabriele D'Angelo, cameriere morto nel crollo dell'Hotel Rigopiano, la mattina del 18 gennaio chiamò per chiedere l'evacuazione

Una delle vittime del crollo dell'Hotel Rigopiano, Gabriele D'Angelo, aveva telefonato la mattina della tragedia al Coc di Penne per chiedere di evacuare la struttura. È quanto emerge dal registro delle chiamate che l'associazione di volontariato ha mostrato al Tg3 Rai Abruzzo.

TRAGEDIA RIGOPIANO, VICINA LA CHIUSURA DELLE INDAGINI

Era la mattina del 18 gennaio, quando mancavano poche ore al crollo a causa della valanga che si è abbattuta sull'Hotel Rigopiano. Il nome di D'Angelo figura sul brogliaccio, che aveva manifestato la preoccupazione di tutti gli ospiti allarmati dalle intense nevicate e dalle scosse di terremoto. A Penne era stato aperto il Coc nella sede della Croce Rossa, e affianco alla telefonata erano stati annotati i problemi segnalati da D'Angelo, ovvero "sgombero neve" e "corrente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigopiano, una delle vittime telefonò al Coc di Penne per chiedere l'evacuazione dell'hotel

IlPescara è in caricamento