Cronaca Portanuova / Via Romualdo Pantini

Prostitute e amianto in via Pantini: il Comune pensa ad un recinto

Una recinzione in via Pantini, per evitare lo stazionamento delle prostitute anche di giorno ed evitare discariche abusive anche con materiali pericolosi. Sono queste le soluzioni del Comune

Vigli urbani in borghese pronti a cogliere sul fatto tutti coloro che scaricheranno rifiuti in via Pantini, controlli serrati contro le prostitute e una recinzione.

Sono gli interventi che il sindaco Mascia intende mettere in atto in via Pantini, dove nonostante l'ordinanza che vieta il transito di notte ai non residenti, continua il fenomeno della prostituzione stradale, con le lucciole che a volte anche di giorno stazionano nella zona.

E poi le discariche abusive: due giorni fa sono state rinvenute due lastre di eternit di due metri lasciate da ignoti poi fuggiti. Ora il Comune provvederà a rimuoverle dopo aver contattato una ditta specializzata.

"Nel frattempo è stato predisposto il progetto per la sistemazione della recinzione concordata con i residenti, lunga 470 metri lineari, recinzione che dovrà proteggere il sito scoraggiando la presenza e lo stazionamento delle prostitute, ma impedendo anche la formazione di ulteriori discariche. Il progetto dovrà ora essere approvato dalla Sovrintendenza ai Beni Ambientali e paesaggistici, ma presupponiamo che entro marzo riusciremo a installare la struttura” ha detto il sindaco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostitute e amianto in via Pantini: il Comune pensa ad un recinto

IlPescara è in caricamento