menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidio contro il mercatino etnico e per chiedere giustizia per Anna Carlini

Davanti all'ingresso del tunnel, infatti, è stato affisso uno striscione che recitava "Giustizia per Anna - Anna nei nostri cuori", mentre un'altra scritta ribadiva: "Pescara ha bisogno di commercio e non di ghetti"

Questa mattina, lunedì 11 marzo, il Comitato "No Mercato Etnico" ha tenuto in via Ferrari un presidio in memoria di Anna Carlini, la donna trovata morta nello stesso sottopassaggio in cui ora dovrebbe sorgere il mercatino. Presente la sorella di Anna, Isabella, che si sta battendo affinché venga fatta giustizia.

Davanti all'ingresso del tunnel, infatti, è stato affisso uno striscione che recitava "Giustizia per Anna - Anna nei nostri cuori", mentre un'altra scritta ribadiva: "Pescara ha bisogno di commercio e non di ghetti". 

Tunnel della stazione, presidio permanente del comitato "No mercatino etnico"

Spiega il portavoce Marco Forconi:

"Che si inauguri o meno questo vergognoso mercato etnico, che di etnico non avrà nulla e di integrazione ancor meno, la posizione del Comitato è sempre e rimarrà sempre una: No. No ai ghetti. No all'illegalità. No al degrado".

Forconi sottolinea altresì che "la consegna dei lavori, come prevedibile, è nuovamente slittata".

Giustizia per Anna Carlini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento