Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Popoli

Popoli, chiuso il night Colosseo: quattro arresti

Abusi sulle ragazze, minacce, e pressioni per avere rapporti ed incontri intimi con i clienti dentro e fuori il locale. Per questo, quattro persone, fra cui i gestori, sono state arrestate a Popoli

Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri della Compagnia di Popoli a seguito di un'indagine riguardante lo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione in un night club di Popoli, il Colosseo.

Cinque mesi d'indagine, ha spiegato il Comandante Del Giudice, che hanno permesso di scoprire abusi, maltrattamenti, violenze e pressioni psicologiche sulle ragazze, tutte giovani dell'est europa, che lavoravano nel locale come intrattenitrici di sala e che avevano rapporti più o meno intimi con i clienti.

Tutto parte a seguito di una denuncia di una giovane lituana, che lavorava dal 2007 per gli arrestati, che gestivano un altro night club a Sulmona. La ragazza ha raccontato di essere stata minacciata da C.O. che pretendeva di avere con lei un rapporto sessuale assieme ad un cliente del locale.

La giovane si è rifiutata e così è stata picchiata violentemente con una gruccia da abiti, causandogli lesioni al viso ed al corpo. Da qui scattano gli accertamenti dei militari, che hanno avviato così un'attività d'indagine scoprendo come l'organizzazione riusciva a guadagnare anche importanti somme di denaro in base ai diversi servizi offerti ai clienti. Si va dalla semplice consumazioni, del costo di 15 euro, che permetteva al cliente di potersi appartare nel locale per 20 minuti con le ragazze che, sotto istruzioni dei titolari, dovevano farsi accarezzare e toccare ed in alcuni casi avere effusioni con i clienti. Ai gestori andava una parte del compenso per le consumazioni.

Prestazioni più spinte si potevano avere con il cosiddetto "privè", uno spettacolo privato che avveniva in apposite sale. Il pagamento era di 50 euro per 15 minuti, durante i quali le ragazze, completamente nude, si facevano palpare ed in alcuni casi avevano dei rapporti intimi con i clienti.

Infine c'era l'uscita a cena con il cliente, con un prezzo di 250 euro incassato anche direttamente dal gestore del locale per l'assenza della ragazza dal locale, che permetteva ai clienti di avere la possibilità di consumare rapporti sessuali in casa dei clienti, in albergo o in auto. I gestori intimavano alle ragazze di procurarsi queste uscite ben retribuite.

Gli arrestati sono: C. O. considerato il capo del gruppo, che sceglieva le ragazze (chiedendo loro di avere rapporti sessuali per poterle "provare" prima di farle lavorare), P.G., che si occupava della gestione quotidiana del locale, e C.C. e C.C..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Popoli, chiuso il night Colosseo: quattro arresti

IlPescara è in caricamento