Cronaca

Pescara, multa all'assessore Serraiocco: la replica dell'interessato

L'assessore comunale Serraiocco replica all'articolo apparso sul quotidiano Il Messaggero in merito ad una multa da lui ricevuta per divieto di sosta e mancata revisione. "Mai chiesto ai vigili di cancellarmi il verbale"

L'assessore comunale Serraiocco replica all'articolo apparso sul quotidiano Il Messaggero in merito ad una multa da lui ricevuta per divieto di sosta e mancata revisione.

Nell'articolo, infatti, si riferisce che l'assessore avrebbe cercato di farsi togliere la multa dai vigili urbani, chiedendo telefonicamente addirittura l'intervento del sindaco e del Comandante della Municipale. Serraiocco avrebbe addirittura proferito frasi del tipo "Lei non sa chi sono io".

L'assessore ha seccamente smentito queste affermazioni, parlando di una ricostruzione totalmente fantasiosa e priva di ogni fondamento. L'unico aspetto veritiero, sottolinea Serraiocco, è quello di essere stato multato per un divieto di sosta e per la mancata revisione. L'assessore ha anche pagato immediatamente la sanzione di 300 euro.

Ha così smentito qualsiasi richiesta di intervento del sindaco o di Maggitti, ed ha annunciato possibili consequenze legali per la tutela della propria immagine e credibilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, multa all'assessore Serraiocco: la replica dell'interessato

IlPescara è in caricamento