menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, niente stanze in ospedale per Allergologia: chiude il reparto

La denuncia arriva da Armando Foschi di Pescara Mi Piace che sottolinea come da metà gennaio, all'improvviso, la Asl abbia costretto il reparto a spostarsi in una singola stanza rendendo impossibile lo svolgimento delle visite

Reparto chiuso per mancanza di spazi necessari alle attività amministrative e soprattutto per le visite mediche già prenotate. È la situazione del reparto di Allergologia dell'ospedale di Pescara, denunciata dall'esponente di "Pescara Mi Piace" Armando Foschi.

Da metà gennaio, il reparto è stato costretto dalla dirigenza Asl a lasciare due delle tre stanze a disposizione rimanendo con un'unico spazio dove avere magazzino, materiale amministrativo, macchinari ed attrezzature per le visite ed i test allergici. Tutti i pazienti si sono trovati con le visite annullate senza una data certa di ripristino del servizio:

"Gli appuntamenti annullati erano in realtà i più importanti, ovvero quelli inerenti le prove di sensibilità allergologica ai farmaci, per i quali è previsto il day hospital esclusivamente nel nosocomio proprio perché, dovendo verificare la sensibilità del paziente a farmaci che vengono somministrati e che potrebbero scatenare reazioni anche pericolose, che implicano la disponibilità
di un’unità di pronto soccorso in emergenza in loco, possono essere eseguite solo in spazi ospedalieri, e non nei distretti di base, dove invece, sono state dirottate, in parte, le attività ambulatoriali per i test allergologici a polveri o alimenti, ovvero quelli più semplici."

Foschi ha fatto sapere di aver contattato la Asl che ha spiegato di aver chiesto al reparto di sgomberare d'urgenza le due stanze con le attività che di fatto sono bloccate da oltre un mese, senza aver fra l'altro avvisato il Cup per le prenotazioni.

La vicenda va affrontata immediatamente dalle Istituzioni, a partire dal Governatore Marsilio che ha il potere di controllo regionale sull’attività della direzione aziendale della Asl, e va risolta a tutela del diritto alla salute di centinaia di utenti

allergologia-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento