menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano, tolleranza zero contro la prostituzione: scatta la task force del Comune

L'istituzione di un Nucleo Anti Prostituzione è il segnale più forte di questo progetto che prevede anche altre iniziative

Un gruppo composto da quattro operatori della Polizia Municipale, coordinati dal tenente Nino Carletti, agirà costantemente al controllo del territorio per contrastare lo sfruttamento ed il favoreggiamento della prostituzione. Tra i compiti del Nap (Nucleo Anti Prostituzione) c'è anche il sanzionamento ai clienti che non rispetteranno l'ordinanza sindacale e la segnalazione alle forze di Polizia degli appartamenti affittati alle prostitute. Questa è la principale attuazione di un più articolato progetto che il Comune di Montesilvano ha deciso di applicare con maggiore rigore.

Una fondamentale prosecuzione di un percorso già avviato con la comunità Papa Giovanni XXIII e con l'Anaci (Associazione Nazionale Amministratori Condomini e Immobili). Per combattere il racket, l'amministrazione ha scelto di investire sul potenziamento dei servizi di videosorveglianza, posizionando un numero maggiore di telecamere e mettendo in evidenza con dei tabelloni luminosi il divieto di contrattare, concordare prestazioni sessuali o anche semplicemente intrattenersi con soggetti che esercitano l'attività di meretricio.

L'Arcigay attacca il sindaco Maragno: "Sei un misogino"

È stato attivato anche il numero telefonico 085/4481650, dedicato ai cittadini che vogliono segnalare episodi di sfruttamento della prostituzione in strada o in appartamento. A giorni partirà anche una massiccia campagna mediatica con messaggi e contenuti espliciti riferiti al triste fenomeno che attanaglia da anni la città di Montesilvano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento