rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Montesilvano Montesilvano

Un pontile per dare un nuovo volto alla riviera di Montesilvano all'altezza di Fosso Mazzocco

Il progetto, proposto dalla cooperativa Balnearia, è stato presentato nello stabilimento balneare "La conchiglia azzurra"

Presentato il progetto di mitigazione ambientale in località Fosso Mazzocco a Montesilvano.
A organizzare l'evento, nello stabilimento "La Conchiglia azzurra" è stato Riccardo Padovano, presidente di Confcommercio Pescara. 

All'incontro ha anche partecipato il sindaco Ottavio De Martinis.

Il progetto, che vuole dare un volto nuovo alla riviera montesilvanese, trasformando Fosso Mazzocco in una risorsa, è stato al centro di un convegno molto partecipato. Dopo la proiezione di slide, commentate dall’architetto che ha firmato il progetto, Nino Catani, si è aperta la tavola rotonda a cui hanno preso parte, con il primo cittadino di Montesilvano e Riccardo Padovano: il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Guerino Testa, l’architetto Aldo Giorgio Pezzi della soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le Province di Chieti e Pescara, il presidente della Fondazione Pescarabruzzo, Nicola Mattoscio, il capitano di vascello Marcello Luigi Notaro, comandante in seconda della capitaneria di porto-guardia costiera di Pescara.

«Il progetto che è stato presentato è molto bello e ambizioso», scrive il primo cittadino, «e ha radici lontane: all’inizio del mio mandato, fui raggiunto dalla cooperativa Balnearia che mi prospettò un progetto da donare alla città. È una grande opportunità per Montesilvano e per la regione». Come annunciato da Riccardo Padovano, il progetto si propone di donare alla città un pontile che possa diventare un biglietto da visita e, al contempo, risolvere la problematica di Fosso Mazzocco, ponendo fine al disagio ambientale che da anni interessa la zona. Prevista la riqualificazione dell'area con la costruzione di un pontile e di una piattaforma su cui posizionare trabocchi autosufficienti ed ecosostenibili e aiuole protette da frangivento. Prevista, inoltre, l’allocazione, oltre che dei canonici scogli, di “scogli bucati”, in grado di creare tane e ripari per le specie ittiche stanziali. Con gli interventi in programma si andrebbe a eliminare il disagio legato alle acque di scolo.

Così conclude De Martinis: «Il pontile arricchirebbe il territorio dal punto di vista turistico, regalando un’opera importante, ma anche a risolvere un problema ambientale che va a impattare negativamente sulla spiaggia, soprattutto durante il periodo estivo. In questo modo, una problematica si trasformerebbe in una grandissima risorsa. Ci auguriamo che possano arrivare fondi regionali che ci diano la possibilità di realizzare questa bellissima opera».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pontile per dare un nuovo volto alla riviera di Montesilvano all'altezza di Fosso Mazzocco

IlPescara è in caricamento