menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I carabinieri di Montesilvano denunciano nove persone sorprese all'esterno delle proprie abitazioni

L'inosservanza del decreto del Presidente del Consiglio riguarda forme di assembramento non consentite. In alcuni casi l'ammenda si è applicata per allontanamento dal proprio comune di residenza

Complice la bella giornata e la voglia di evasione, sono aumentate a Montesilvano le persone che hanno violato le rigide disposizioni emanate dal Governo che invita i cittadini a restare a casa e uscire solo se strettamente necessario.

È pur vero che la passeggiata è consentita, ma è opportuno rispettare le distanze di sicurezza e non abbandonare il territorio di residenza. Semplici regole che sfuggono a qualcuno e che le forze dell'ordine non tollerano, soprattutto nei casi in cui non viene presentata l'autocertificazione e non vi sono i presupposti di un giustificato motivo.

Nelle ultime ore, i carabinieri di Montesilvano hanno fermato diverse persone sorprese a camminare singolarmente o in gruppo lungo corso Umberto, strada parco, lungomare e spiaggia. Ci sono stati 9 casi di "inosservanza del provvedimento dell'Autorità" (art. 650 codice penale) che riguardano soggetti dai 19 ai 40 anni ai quali è stata applicata l'ammenda minima di 206 euro, oltre al reato penale.

VIOLANO IL DECRETO CORONAVIRUS PER COMPRARE DROGA: DENUNCIATI

Nello specifico si è trattato di allontanamento dal proprio comune di residenza e di assembramento. Ricordiamo che per quest'ultima voce si intende un gruppo di almeno tre persone a distanza ravvicinata  nel raggio di un metro quadro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rustell: storia e origini degli arrosticini abruzzesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento