rotate-mobile
Cronaca

Miss Grand Prix: botta e risposta fra Acerbo ed Emilio Fede

Ha scatentato numerose polemiche ed un botta e risposta a distanza, con tanto di minaccia di querela, la questione della partecipazione di Emilio Fede, questa sera, ad un concorso di bellezza in programma a Pescara

Ha scatentato numerose polemiche ed un botta e risposta a distanza, con tanto di minaccia di querela, la questione della partecipazione di Emilio Fede, questa sera, ad un concorso di bellezza in programma a Pescara.

IL FATTO Tutto nasce dopo l'annuncio che, questa sera, Emilio Fede avrebbe partecipato come giurato alla serata in programma in città per l'elezione di Miss Grand Prix e Mister Italia.

ACERBO A scatenare la rabbia e le proteste di Maurizio Acerbo, consigliere regionale e comunale di Rifondazione Comunista, il contributo di 12mila euro del Comune di Pescara ed il patrocinio della Regione Abruzzo. Acerbo, per questo, aveva organizzato una manifestazione di protesta chiedendo ai cittadini di presentarsi all'evento portando dei fischietti "Proseguendo di questo passo si andrà a finire che Lele Mora andrà a fare conferenza nelle scuole e Parolisi nei consultori. Sono indignato, e credo che con me lo saranno migliaia di cittadini abruzzesi, perchè non è possibile accettare che nel momento in cui si si tagliano i fondi per il sociale, la scuola, la sanità e i disabili, si promuovano manifestazioni del genere, con l'elargizione di denaro pubblico." ha detto Acerbo. "E' ancor più grave che venga utilizzato denaro pubblico per un evento che vedrà partecipare, in qualità di presidente della giuria, una persona indagata per favoreggiamento della prostituzione"

FEDE Emilio Fede ha annunciato querela nei confronti di Acerbo, aggiungendo che non ci sarà, in quanto sarà in redazione per preparare il Tg4." Voglio esprimere comprensione a lui tanto impegnato da non sapere neppure cosa capita nella regione della quale è anche capogruppo di un movimento serio come Rifondazione Comunista" consigliando ad Acerbo una visita dallo psichiatra.

ACERBO Acerbo ha dichiarato di non capire il motivo della querela da parte di Fede, in quanto avrebbe ricordato ciò che succede e che è riportato su tutti i giornali. Acerbo poi ha aggiunto che il Comune ha annunciato la presenza di Fede, e che se il direttore del Tg4 non sarà a Pescara, sarà una vittoria di chi ha protestato. Acerbo, però, ha chiesto ai cittadini di partecipare comunque alla manifestazione di protesta, in quanto " siamo abituati a non credere alle cose che dice Fede nei suoi telegiornali".

SEL Anche Sel di Pescara critica la possibile presenza di Emilio Fede al concorso: "Non mi stupiscono più le enormi cifre che questo Comune spende in spettacolini di quint'ordine - sottolinea Di Iacovo - ma invitare un uomo inquisito per istigazione e sfruttamento della prostituzione a presiedere la giuria di un concorso di bellezza è grottesco e ridicolo. Regalargli poi la cifra di dodicimila euro, in un tale momento di crisi e di tagli alle casse comunali, è veramente uno schiaffo a tutta la cittadinanza di Pescara che non può passare sotto silenzio".
"Mascia spieghi ai Pescaresi se è così che intende ridare lustro internazionale alla nostra città"afferma il segretario Licheri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miss Grand Prix: botta e risposta fra Acerbo ed Emilio Fede

IlPescara è in caricamento