Cronaca

Evade per poi rapinare e stuprare una minorenne: nuovo arresto per un pregiudicato

Due giorni fa aveva già tentato di rapinare un 14enne alla stazione di Pescara Portanuova. Durante l’evasione ha commesso un’altra rapina e una violenza sessuale ai danni di un’altra minorenne. Ora è finito nuovamente in manette

Nel pomeriggio di ieri, la Polizia di Pescara è intervenuta presso un esercizio commerciale di via Tiburtina dove un giovane aveva appena rubato alcuni prodotti cosmetici e poi era stato intercettato dal personale della vigilanza.

Dopo essere stato identificato dai poliziotti della Squadra Volante, è stato accertato che il giovane, un pluripregiudicato 21enne originario del pescarese, avrebbe dovuto trovarsi ai domiciliari, in quanto già arrestato in flagranza di reato due giorni prima per aver tentato di rapinare un ragazzino 14enne presso la stazione ferroviaria di Pescara Porta Nuova.

Infatti, a seguito della convalida dell’arresto, il giudice lo aveva sottoposto agli arresti domiciliari nel suo paese di origine. Gli agenti, di conseguenza, lo hanno arrestato nuovamente in flagranza di reato per evasione e tentato furto.

Mentre gli operatori erano impegnati nella redazione del verbale di arresto presso gli Uffici della Questura, il giovane è stato riconosciuto quale autore di un’ulteriore rapina e di una violenza sessuale commesse ai danni di una pescarese 15enne, per i quali la ragazza si era recata in Questura assieme alla madre per sporgere denuncia; reati commessi sempre ieri pomeriggio nei pressi di una fermata dell’autobus cittadino, quando il 21enne aveva strappato la borsetta di mano alla giovane, palpeggiandola nelle parti intime.

In giornata odierna avrà luogo il giudizio direttissimo per l’evasione e il furto. Nel frattempo, il giovane è stato condotto in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade per poi rapinare e stuprare una minorenne: nuovo arresto per un pregiudicato

IlPescara è in caricamento