rotate-mobile
Cronaca

Emergenza immigrati, Sospiri: “25 profughi in arrivo a Pescara”

Il Capogruppo di Forza Italia attacca il sindaco Alessandrini "che continua a mantenere un atteggiamento di clamoroso distacco, come se non lo riguardasse ciò che accade nella città che amministra"

“Comune di Pescara e Regione Abruzzo si affannano a smentire, ma le Prefetture confermano: in Abruzzo stanno arrivando altri 50 presunti profughi e 25 saranno subito dirottati su Pescara. Non sappiamo dove, come, quando, se in siti privati o pubblici, sappiamo però che questi 25 si andranno ad aggiungere ai 391 già presenti sul territorio, dato Prefettura che smentisce in modo clamoroso il sindaco Alessandrini, che parlava della presenza di appena 100 immigrati. E soprattutto sappiamo che questi numeri, 1.955 presenze in tutta la regione, sono del tutto provvisori e destinati a crescere”.

A dirlo è il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri in riferimento all’arrivo di una nuova ondata di presunti profughi oggi ufficializzato dalla Prefettura de L’Aquila.

“E intanto – aggiunge Sospiri – continuiamo ad attendere che la Prefettura di Pescara, che il 21 agosto scorso ha aggiudicato a due Cooperative, la Eta Beta di Roma e la Co.gec.stre.pa di Penne, il bando per l’accoglienza di una nuova ondata di immigrati, pubblichi anche i nomi delle strutture individuate e soprattutto comunichi quante persone arriveranno in città, dati che stranamente non sono ancora stati ufficializzati”. 

Il Capogruppo di FI parla infatti di “una notizia che, ovviamente, il Comune di Pescara si è ben guardato dal rendere noto, con il sindaco Alessandrini che, sull’emergenza immigrati, continua a mantenere un atteggiamento di clamoroso distacco, come se non lo riguardasse ciò che accade nella città che amministra, né tantomeno gli interessasse sapere quale sarà la sistemazione individuata per i nuovi immigrati, o chi sono i presunti profughi. Un sindaco al quale già più volte Forza Italia ha chiesto di bloccare questi arrivi, come hanno fatto altre città e altri sindaci, dicendo chiaramente al prefetto che Pescara non ha né mezzi né risorse né strutture in grado di accogliere altri immigrati, in aggiunta a quelli che ormai già vivono in città. Soprattutto al sindaco Alessandrini e al Governatore D’Alfonso abbiamo chiesto di riprendere in mano la situazione, oggi completamente nelle mani dei privati, con un business che si aggira intorno ai 13milioni di euro l’anno. Il disinteresse totale del sindaco Alessandrini ci preoccupa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza immigrati, Sospiri: “25 profughi in arrivo a Pescara”

IlPescara è in caricamento