rotate-mobile
Cronaca

Dragaggio Porto Pescara, la marineria vuole la chiusura

I pescatori e tutta la marineria di Pescara chiedono la chiusura del Porto di Pescara, alla luce del mancato dragaggio che impedisce agli operatori di lavorare nello scalo portuale

I pescatori e tutta la marineria di Pescara chiedono la chiusura del Porto di Pescara, alla luce del mancato dragaggio che impedisce agli operatori di lavorare nello scalo portuale.

Ieri i pescatori hanno incontrato il Presidente Testa, Commissario Straordinario per il dragaggio, criticando l'operato della classe politica, dichiarando di rischiare la vita ogni giorno per la mancanza di sicurezza. Scordella, in rappresentanza della marineria, ha puntato il dito contro il sindaco, il prefetto, il presidente della Regione e i parlamentari abruzzesi, colpevoli di non aver fatto nulla..

Testa ha affermato di comprendere il disagio dei pescatori e il danno economico e d'immagine per la nostra città derivante dal mancato dragaggio. "Sono in attesa di incontrare il sostituto procuratore che si sta occupando di coordinare le indagini per capire se le analisi sui materiali effettuate dall'Arta (e che escludono la presenza di livelli allarmanti di Ddt) saranno prese in considerazione dalla procura o se e' necessario effettuarne delle altre. Intanto chiedero' alla Capitaneria di creare un'area di stoccaggio in banchina per liberara la draga dissequestrata proprio oggi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio Porto Pescara, la marineria vuole la chiusura

IlPescara è in caricamento