Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Dragaggio Pescara, sequestro: tre gli indagati

Tre persone sono indagate dalla Procura Antimafia de L'Aquila nell'ambito dell'inchiesta riguardante il dragaggio del Porto di Pescara, che ha portato al sequestro questa mattina della draga "Gino Cucco"

Tre persone sono indagate dalla Procura Antimafia de L'Aquila nell'ambito dell'inchiesta riguardante il dragaggio del Porto di Pescara, che ha portato al sequestro questa mattina della draga "Gino Cucco".

E' quanto emerge dal provvedimento di sequestro applicato oggi dalla Guardia di Finanza di Pescara e dal Noe dei Carabinieri di Pescara.

Secondo la Procura, ci sarebbero delle forti discrepanze fra le perizie eseguite sui fondali dall'Arta, che poi sono state consegnate al Ministero che ha dato il via libera, e i risultati ottenuti dai periti nominati dalla Procura, che parlano di livello superiori alla norma di pesticidi, tipo Ddt. I fanghi, lo ricordiamo, sarebbero poi stati sverstati in mare procurando, secondo l'accusa, un danno all'ambiente.

Gli indagati sono Carlo Visca, direttore dei lavori e del settore ecologia della Regione, Emanuele Ucci, responsabile unico del procedimento che lavora come architetto in Provincia, e Francesco Gregolin, legale rappresentante della Gregolin Lavori che ha vinto l'appalto per il dragaggio.

L'azione giudiziaria di fatto congela il dragaggio del Porto, atteso da anni dalla marineria e dagli operatori del porto.

AMICONE Il Direttore Arta Amicone sostiene invece che i dati non hanno mostrato alcuna anomalia, in quanto gli inquinanti erano nel limite previsto dalla legge. "I nostri dati e quello dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale sono stati univoci. Come Arta non abbiamo mai rilevato la presenza di tracce di pesticidi nei fanghi."

TESTA Il commissario straordinario Testa chiede tempi rapidi per la conclusione dell'inchiesta della Procura de L'Aquila, sottolineando come i risultati della analisi condotte dai Carabinieri siano differenti rispetto a quelli dell'Arta, ed auspica l'individuazione di una soluzione rapida pensando ad un sito alternativo per lo sversamento dei fanghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio Pescara, sequestro: tre gli indagati

IlPescara è in caricamento