menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Azienda Majella Morrone, nuova protesta dei dipendenti: "D'Alfonso mantenga le promesse"

Tornano a protestare i dipendenti dell'azienda Majella Morrone senza stipendio ormai da diversi mesi. Dopo il pagamento degli stipendi arretrati, ora i lavoratori chiedono certezze per il loro futuro

Tornano a protestare i dipendenti dell'azienda Majella Morrone, rimasti senza stipendio ormai da diversi mesi. Dopo le promesse fatte dalla Regione, in particolare dal presidente D'Alfonso e dall'assessore Sclocco, riguardanti l'avvio dei pagamenti degli stipendi arretrati e il riassorbimento dei dipendenti stessi in caso di chiusura dell'azienda, i lavoratori sono tornati in strada per chiedere certezze riguardanti il loro futuro.

Risolta infatti la questione degli arretrati, erogati in questi giorni, i dipendenti chiedono di partecipare attivamente alle trattative assieme alla Regione ed al commissario che si occupa della liquidazione dell'azienda, al fine di conoscere tutte le iniziative e le decisioni prese per il loro futuro.

Sono 63 i lavoratori che rischiano di rimanere senza un posto di lavoro. Sulla questione è nuovamente intervenuto il capogruppo alla Regione Sospiri: "Il pagamento delle prime cinque mensilità in un’unica soluzione ha sostanzialmente determinato la perdita di una indennità, bruciata in tasse; e soprattutto i lavoratori continuano a non sapere quale sarà il loro futuro, né è stato individuato o nominato il gruppo di lavoro che dovrebbe occuparsi ventiquattro ore su ventiquattro della vertenza, tanto che  gli stessi dipendenti chiedono l’ammissione all’interno del presunto team dei propri rappresentanti, per poter effettivamente seguire l’iter del procedimento. Ovviamente noi siamo favorevoli alla presenza dei dipendenti nel gruppo di lavoro, ma soprattutto vogliamo sapere quali passi in avanti la Regione-Pd ha compiuto in merito alla crisi dell’azienda Maiella Morrone negli ultimi sette giorni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento