menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pfizer riduce le dosi di vaccino anti Covid destinate all'Italia ma restano invariate quelle per l'Abruzzo

La nostra regione riceverà il numero di dosi inizialmente deciso ovvero 9.360

Resta invariata la quantità di dosi di vaccino Covid-19 (Coronavirus) della Pfizer destinate all'Abruzzo nonostante l'azienda farmaceutica abbia ridotto di 165 mila unità la fornitura all'Italia. 
La nostra regione sarà l'unica, insieme a Basilicata, Marche, Molise, Umbria e Valle d'Aosta a ricevere la stessa quantità di vaccini stabiliti inzialmente.

A comunicare la riduzione delle dosi destinate al nostro Paese è stato l'ufficio stampa del commissario straordinario Domenico Arcuri attraverso una nota:

«La Pfizer», si legge, ha comunicato, senza alcun preavviso, nel pomeriggio di venerdì 15 gennaio, che avrebbe unilateralmente ridotto le fiale destinate all’Italia nel corso della prossima settimana del 29%. La Pfizer ha altresì unilateralmente redistribuito le dosi da consegnare ai 293 punti di somministrazione sul territorio italiano».

Dunque verranno consegnate 397.800 dosi al posto delle 652.770 previste. Le regioni a cui andranno le dosi previste di vaccino sono l'Abruzzo, la Basilicata, le Marche, il Molise, l'Umbria e la Valle d'Aosta. vaccini_ripartizione_regioni-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento