menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stato di agitazione del personale del Polo Museale d'Abruzzo

Le forze sindacali sono unite e compatte nell'azione di protesta dopi gli ultimi vani tentativi di contrattazione con la direttrice Lucia Arbace

I dipendenti del Polo Museale dell'Abruzzo, che comprende la casa natale di Gabriele D'Annunzio a Pescara, la Taverna Ducale di Popoli, la chiesa di San Bartolomeo a Carpineto della Nora e l'Abbazia di San Clemente a Casauria, sono sul piede si guerra con la direttrice Lucia Arbace.
Una rottura ormai insanabile dopo il vano tentativo di dialogo con le varie rappresentanze sindacali che lamentano innumerevoli criticità di gestione ed organizzative dell'istituto.

Al termine dell'ultimo tavolo di concertazione avvenuto lo scorso 28 marzo all'Aquila, le parti sono sempre più lontane. In una nota congiunta a firma delle sigle Cgil, Cisl, Uil, Flp-Bac, Confsal, Unsa e Rsu, è stato chiesto espressamente un incontro con il segretario regionale a interim, Stefano D'Amico per esporre una questione interna di difficile risoluzione.

"Quello della Arbace è un modo di operare che non tiene conto delle nostre richieste. Ogni contrattazione non è oggetto di alcuna considerazione da parte sua. Ne risulta screditata l'immagine dei musei territoriali di competenza del Polo che perdono sempre più visitatori e interesse".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento