rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità Riviera Sud / Piazza le Laudi

La Corte d'Appello dà ragione a "La Playa", il nuovo stabilimento è di proprietà e non del Demanio

Dopo 16 anni di battaglia i gestori dello storico stabilimento balneare di piazza Le Laudi a Pescara vincono: la struttura ricostruita non sarà riacquisita dal Demanio Marittimo come la precedente

La proprietà della struttura ricostruita dello stabilimento balneare "La Playa" di Pescara non verrà riacquisita dal Demanio Marittimo.
Lorenzo e Sandro Lemme, storici gestori del lido, hanno vinto una battaglia legale durata ben 16 anni.

Risale infatti al 2006 il ricorso presentato per ottenere riconosciuta la proprietà delle mura ricostruite lì dove c'era il vecchio stabilimento che era nella disponibilità del Demanio Marittimo.

Ovviamente la struttura poggia sempre sul Demanio Marittimo quindi su un bene pubblico ma la struttura sovrastante è di proprietà della società della famiglia Lemme. È una sentenza, quella della Corte d'Appello dell'Aquila, di sicuro rilevante anche in vista dell'annunciata messa all'asta delle concessioni balneari. Nel caso di specie andrebbe sì all'asta la porzione di spiaggia gestita attualmente da "La Playa" ma non lo stabilimento balneare che resterebbe nella disponibilità degli attuali proprietari. E con la sentenza non sono dovute nemmeno le maggiorazioni del canone demaniale previsto nel caso della riacquisizione da parte dell'agenzia del Demanio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Corte d'Appello dà ragione a "La Playa", il nuovo stabilimento è di proprietà e non del Demanio

IlPescara è in caricamento