Attualità

Sciopero delle prove Invalsi nella scuola primaria proclamato dai Cobas per il 6 maggio

I Comitati di base della Scuola Abruzzo invitano i lavoratori/trici di tutti gli ordini di scuola alla mobilitazione per il ritiro dei quiz Invalsi

Uno sciopero delle prove Invalsi nella scuola primaria.
È quello che hanno proclamato i Cobas Scuola per la giornata di domani, giovedì 6 maggio. 

«Ad aprile il ministro Bianchi ha preso la decisione di annullare per quest'anno le prove standardizzate Invalsi nelle classi seconde delle scuole secondarie di secondo grado», si legge in una nota dei Comitati di base della Scuola Abruzzo Pe-Ch-Te, «a causa della difficile situazione delle scuole e del tormentato anno didattico. Le prove che sono state elaborate per raccogliere dati in una situazione di normale didattica quindi oggi non possono essere proposte nel contesto presente. Risulta perciò incomprensibile la conferma contestuale di tutte le altre prove Invalsi: quelle rivolte ai maturandi, agli studenti delle scuole secondarie di primo grado, alle bambine e ai bambini di quinta e seconda elementare. Che senso ha effettuare test a classi decimate, a frequenza del 50%, dopo mesi e mesi di didattica a distanza? Davvero l'ottusità burocratica può arrivare a questa ostinata rivendicazione del suo potere sulla scuola reale e sulla sua sofferenza? Noi chiediamo al ministero di sospendere quest'anno tutte le prove Invalsi, lasciando ai docenti e agli studenti la possibilità di concentrare le esigue forze rimaste sulla didattica quotidiana. Chiediamo anche di aprire un confronto ad ampio raggio sulle modalità di valutazione nella e della scuola italiana. Il sistema messo a punto dall'Invalsi in questi anni ha prodotto dati di conoscenza dalla scarsa affidabilità e utilizzabilità per migliorare la scuola nazionale a prezzo di pesanti effetti controproducenti sulla didattica. Noi pensiamo che la scuola italiana abbia bisogno di rimettere al centro lo sviluppo delle capacità cognitive (capacità di analisi, di sintesi, spirito critico, autonomia di giudizio)».

Per tutto questo i Cobas indicono uno sciopero della primaria il 6 maggio, giorno della prova Invalsi di italiano in seconda e quinta elementare, e invitano i lavoratori/trici di tutti gli ordini di scuola alla mobilitazione per il ritiro dei quiz Invalsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero delle prove Invalsi nella scuola primaria proclamato dai Cobas per il 6 maggio

IlPescara è in caricamento