rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Gli ispettori del lavoro incontrano la ministra Calderone: "Un passo in avanti è stato compiuto"

Mobilitazione nei giorni scorsi a Roma. Era presente anche una delegazione di Pescara. Soddisfatti i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uilpa Flp, Confintesa Fp, Confsal-Unsa e Usb

Si è tenuta nei giorni scorsi a Roma, sotto il ministero dell'economia, una mobilitazione cui hanno preso parte gli ispettori del lavoro provenienti da tutta Italia. Era presente anche una delegazione di Pescara, che ha esposto uno striscione con su scritto: "Più risorse per l'ispettorato. Tutela chi tutela". L’adesione alla manifestazione è stata importante, con vari uffici chiusi e molti altri con livelli di partecipazione pari allo sciopero precedente. C'è stato poi un incontro tra i sindacati e la ministra del lavoro e delle politiche sociali, Marina Calderone, che ha garantito di essersi attivata per inserire una norma specifica nella legge di bilancio, più precisamente all’interno del maxi emendamento governativo, su cui poi l'esecutivo nazionale porrà la questione di fiducia.

Fp Cgil, Cisl Fp, Uilpa Flp, Confintesa Fp, Confsal-Unsa e Usb P.I. fanno sapere che, in base a quanto annunciato da Calderone, "questo sarà l’unico emendamento con impegno di spesa che il ministero intende proporre, e questo è un segnale politico rilevante. Ci è stato anche detto che si sta lavorando all’emendamento d’intesa con il ministro dell’economia e delle finanze e che della questione è a conoscenza anche la presidente del consiglio dei ministri. Anche questo è un segnale politico di cui prendiamo atto con favore".

Per i sindacati "un passo in avanti è stato compiuto, visto che non siamo a generiche promesse, ma ad impegni fatti propri, pare, dall’intero governo. Tuttavia il fatto di non poter avere contezza del testo dell’emendamento non ci tranquillizza e per questo, nel confermare pienamente lo stato di agitazione del personale dell’Inl e dell’Anpal, ribadiamo nuovamente la nostra richiesta: riconoscimento pieno dell’indennità di amministrazione per il personale dell’Inl e dell’Anpal, con i valori economici riconosciuti ai dipendenti del ministero del lavoro e delle politiche sociali, a far data dal 1 gennaio 2020, esattamente come accaduto per tutti gli altri lavoratori del comparto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli ispettori del lavoro incontrano la ministra Calderone: "Un passo in avanti è stato compiuto"

IlPescara è in caricamento