rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Attualità Portanuova / Via della Fornace Bizzarri

Sale la protesta delle mamme contro il nuovo asilo al posto del parco in via della Fornace Bizzarri: "Scelta assurda" [FOTO]

Il comitato delle mamme della zona e dei residenti ha già raccolto 500 firme contro il progetto del Comune che prevede l'eliminazione di un parco molto frequentato e in ottime condizioni per far posto a un nuovo asilo

No al nuovo asilo in via della Fornace Bizzarri a San Donato, al posto dell'attuale parco. Sale la protesta delle mamme e dei residenti del quartiere nella zona di via Tirino, che hanno costituito un comitato contro l'opera che dovrebbe essere realizzata dall'amministrazione comunale. Una nuova struttura che ospiterà un asilo e che, in base all'attuale progetto, cancellerà un'area verde che invece rappresenta per le 125 famiglie che risiedono nei cinque grandi palazzi attorno al parco, un punto di incontro e di socialità insostituibile. Sabato 19 novembre dalle 11 ci sarà anche una protesta sul posto.

Abbiamo contattato la portavoce del parco, Erika Pelagatti, che ci ha spiegato come è nato quel parco e quanto sia importante per chi abita in quella zona. Un'area ben attrezzata, senza degrado a differenza di molti altri parchi e terreni comunali, anche limitrofi, spesso nell'abbandono totale e ricettacolo di persone poco raccomandabili:

"Quel parco venne realizzato nel 2005 grazie ad un'accordo di programma che prevedeva la realizzazione delle nuove palazzine con l'obbligo di creare anche un parco proprio per le centinaia di famiglie residenti. Il costo nel progetto iniziale fu di circa 600 milioni, e all'interno ci sono 30 alberi di dimensioni importanti, panchine, giochi per bambini, un sistema d'irrigazione. Il tutto perfettamente funzionante anche grazie alla cura che noi residenti abbiamo per quell'area verde. Vicino alle palazzine, fu lasciato un pezzo di terreno edificabile dove sarebbe dovuto sorgere il nuovo polo scolastico ed altre palazzine popolari. Qualche anno fa, però, quel terreno fu affittato per 30 anni ad una chiesa evangelica, senza alcuna precisa spiegazione o motivazione".

Proteste parco via Fornace Bizzarri

La Pelagatti poi prosegue:

"Il parco, abbiamo poi scoperto, in realtà non è mai stato classificato come tale nel piano regolatore dove risulta essere un terreno comunale edificabile. Ora, con l'arrivo di 1,8 milioni di euro del Pnrr, è arrivata l'idea di realizzare il nuovo asilo proprio al posto del parco. Una scelta insensata ed inaccettabile visto che esistono numerose alternative. Parliamo poi di un parco relativamente piccolo, in un'area dove ci sono già pochi parcheggi e su una strada molto trafficata dove passano anche camion. Immaginiamo di eliminare il parco e realizzare un asilo, cosa succederà durante gli orari di entrata e uscita dei bambini? Il caos totale".

Il comitato poi, con alcuni rappresentanti, si è recato diverse volte in Comune per protestare contro il progetto, ma non avrebbe avuto alcun esito l'esposizione delle ragioni che portano a chiedere di non costruire l'asilo ribadisce la Pelagatti, nonostante l'incontro con alcuni rappresentanti dell'amministrazione comunale:

"Ci hanno detto di non preoccuparci che in zona verrà realizzato un altro parco, ma non sappiamo nè quando nè dove. Le solite promesse all'italiana. Non ha senso eliminare quel parco, in zona ci sono tantissime scuole con aule vuote come a Fontanelle, Colle Pineta, via Rubicone. Aule già pronte ad ospitare bambini. Noi ci batteremo contro il progetto, abbiamo già raccolto oltre 500 firme e sabato 19 novembre protesteremo nel parco per sensibilizzare l'opinione pubblica e tutti i cittadini che vorranno sostenerci in questa battaglia".

salviamo il parco 1

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale la protesta delle mamme contro il nuovo asilo al posto del parco in via della Fornace Bizzarri: "Scelta assurda" [FOTO]

IlPescara è in caricamento