Attualità

Polizia Locale di Montesilvano, Maragno traccia il bilancio delle attività

Un anno piuttosto impegnativo su diversi fronti. Dalla lotta al degrado urbano all'abusivismo, fino alla prostituzione e all'abbandono indiscriminato dei rifiuti. Aumentano i casi di sosta selvaggia in stalli riservati agli invalidi

Si chiude un anno non semplice e per nulla tranquillo, ma che ha portato la Polizia Locale di Montesilvano a ottenere eccellenti risultati nelle numerose azioni di controllo del territorio. Il bilancio tracciato dal sindaco Francesco Maragno mette in evidenza i numerosi sgomberi effettuati nella pineta del lungomare, invasa da vagabondi con i loro accampamenti abusivi.

Stesso discorso vale per l'attività di contrasto al commercio abusivo e all'abbandono dei rifiuti. Per quest'ultimo fenomeno, che appare al momento inarrestabile, le fototrappole si sono rivelate un efficace repellente.

Un sistema che ha portato a sanzionare 63 incivili e a scovarne altri 57 colti in flagranza. I controlli antiprostituzione hanno portato a 30 ordini di allontanamento tramite l'applicazione del "Daspo" e a circa 10.000 euro di multe a carico dei clienti. Sulle infrazioni al codice della strada, nel 2018 sono stati emessi circa 26.400 verbali.

Aumentano i casi di sosta selvaggia in stalli riservati agli invalidi e sono state 85 le violazioni riguardanti la copertura assicurativa. Tra gli automobilisti indisciplinati si segnalano quelli che guidano con il cellulare in mano, altri che non hanno le cinture allacciate e, in minima parte per fortuna, coloro che sono al volante con tasso alcolemico elevato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Locale di Montesilvano, Maragno traccia il bilancio delle attività

IlPescara è in caricamento