rotate-mobile
Attualità

Ordinanza anti-bivacco per il parcheggio tra il lungomare sud e via Barbella: niente più caravan e campeggiatori

Diversi i mezzi che sarebbero stati visti stazionare nel parcheggio in un'area non attrezzata a ospitarli perché priva di servizi igienici: troppi i rischi sotto il profilo igienico-sanitario e non solo, specifica l'ordinanza. Per evitarne l'ingresso saranno realizzate strutture che impediscano a quelli sopra 1,9 metri di passare

Niente più campeggi improvvisati e bivacco nel parcheggio che incrocia tra il lungomare Cristoforo Colombo e via Barbella. Per ragioni di sicurezza igienico-sanitarie e di prevenzione dell’ordine e

della sicurezza pubblica, il Comune ha deciso di istituire il divieto di transito e fermata a caravan, autocaravan, auto con rimorchio e tutti i mezzi con un'altezza superiore a 1,9 metri anche attraverso l'installazione di strutture che impediscano fisicamente l'accesso all'area.

Questo quello che prevede l'ordinanza dirigenziale 71 del 23 gennaio del settore Mobilità. Una misura presa proprio perché, s legge nel documento, nel parcheggio sono stati visti veicoli da campeggio in uno spazio che però attrezzata per campeggiare non è dato che, si specifica, non esistono adeguati servizi igienici e questo potrebbe “spingere i possibili fruitori e campeggiatori a servirsi frequentemente delle aree circostanti per i loro bisogno fisiologici”. Anche nel caso in cui i mezzi siano dotato di impianti interni di raccolta, si sottolinea, “gli scarichi dei rifiuti (acque bianche e luride) avvengono ugualmente con modalità non conformi alle norme urbanistiche e d'igiene vigenti”. Una situazione che, prosegue l'ordinanza dirigenziale, “potrebbe costituire un pericolo per la salute e per l'igiene pubblica”, ma anche per chi staziona sul posto.

Non solo, la presenza di caravan e simili “potrebbe anche essere causa di ostacolo alla pubblica circolazione all'interno del parcheggio, con conseguenti tensioni sociali tra i fruitori dello stesso e con possibili conseguenti problematiche di ordine pubblico e sicurezza urbana”. Tradotto: si potrebbe finire per litigare con le liti che rischierebbero anche di degenerare.

Divieti d'ingresso ai mezzi dunque, ma anche al posizionamento di tende, coperture di qualsiasi tipo, sacchi a pelo e qualsiasi altro oggetto o installazione L'amministrazione spiega ancora la necessità di prendere il provvedimento che ha lo scopo sostanzialmente di tutelare la “vivibilità degli spazi urbani sotto diversi profili: “della composizione del traffico, della regolamentazione della sosta, della limitazione della velocità, della diminuzione della incidentalità, della riduzione dell'inquinamento acustico e dell'aria, della protezione dell’utenza debole (pedoni) in circolazione sulle strade cittadine”. Di qui la decisione di emanare l'ordinanza relativa alla situazione che si registra nel parcheggio del lungomare sud dove peraltro e come accennato, oltre alla segnaletica orizzontale e verticale, saranno anche installate delle strutture che impediscano a mezzi con altezza superiore a 1,9 metri di entrare negli spazi.

Grafica con le misure previste dall'ordinanza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza anti-bivacco per il parcheggio tra il lungomare sud e via Barbella: niente più caravan e campeggiatori

IlPescara è in caricamento