rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Attualità Scafa

Risolto il problema del secondo pediatra nell'ambito territoriale di Scafa: per mille bambini e le loro famiglie la fine di un incubo

Il deputato FdI Guerino Testa riferisce dell'imminente arrivo della dottoressa Stefania De Marco dopo che ad aprile il pediatra incaricato era stato trasferito. "Mi sono interessato in prima persona alla vicenda e ringrazio i vertici Asl, ma resta il problema del potenziamento"

Oltre mille bambini nell'ambito territoriale di Scafa che comprende ben 13 comuni, erano rimasti senza pediatra. Il problema è stato finalmente risolto: tra qualche giorno ad entare in servizio sarà infatti la dottoressa Stefania De Marco.

A riferirlo è il deputato di Fratelli d'Italia Guerino Testa che sottolinea come tra pochi gironi si concluderà l'iter di assegnazione definitiva mettendo dunque un punto alla vicenda.

Una comunicazione arrivata al termine di un incontro che ha avuto con la direzione della Asl alla presenza del consigliere comunale di Scafa Fabio Di Venanzio.

“Ho seguito la vicenda della carenza del medico pediatra a Scafail cui ambito territoriale, comprendente 13 comuni e complessivamente soli due pediatri per centinaia di bambini, è rimasto senza copertura assistenziale per oltre mille bimbi – spiega Testa -. La dottoressa De Marco proveniente dalla Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila, arriva in sostituzione della dottoressa Ivana Orsini trasferita a Francavilla al Mare. Un vuoto che andava immediatamente colmato”.

Un problema iniziato ad aprile e che ha costretto le famiglie, ricorda il deputato, a spostarsi nell'ambulatorio dell'altro pediatra che si trova a Manoppello creando non pochi disagi. “È stata mia premura interfacciarmi con la dirigenza Asl che ringrazio per la solerzia impiegata nelle procedure relative alle graduatorie, chiuse il 2 maggio scorso,anche sollecitando una ulteriore velocizzazione delle pratiche di assegnazione”.

“Con la definizione dell’incarico alla dottoressa  De Marco vengono dunque ripristinate le condizioni minime di assistenza sul territorio, ma resta ferma la necessità di un potenziamento del numero dei pediatri, almeno di una unità – sottolinea -. Una materia su cui confermo il mio massimo impegno. Un mio personale ringraziamento va anche al consigliere Di Venanzio per l’attenzione da sempre dedicata alla tematica e l’aggiornamento costante e puntuale che fornisce”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risolto il problema del secondo pediatra nell'ambito territoriale di Scafa: per mille bambini e le loro famiglie la fine di un incubo

IlPescara è in caricamento