rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Al via la maratona solidale "Le 24 ore di nuoto" nella piscina provinciale: la "competizione" in notturna che sostiene i più fragili

Si pare alle 12 con la quarta edizione della manifestazione organizzata dal Club acquatico che vede la partecipazione della Uisp Abruzzo e patrocinata dal Comune: i fondi raccolti andranno a "La casa di Cristina" e l'obiettivo è superare il record del 2021 quando di chilometri se ne sono percorsi oltre 320mila

Iniziano alle 12 di oggi, sabato 3 dicembre e proseguiranno fino alle 12 di domani “Le 24 ore di nuoto” e solidarietà nella piscina provinciale. L'evento supportato dal Club acquatico con il patrocinio del Comune e nello specifico dell'assessorato allo sport guidato da Patrizia Martelli e che vede la partecipazione della Uisp Abruzzo è giunto alla quarta edizione e quest'anno destinerà i fondi raccolti all'associazione La casa di Cristina “dove ragazzi con disabilità si incontrano con i loro coetanei per condividere momenti di amicizia e divertimento”, sottolinea l'assessore comunale.

L'evento, sottolinea Martelli, “rappresenta una originalissima maratona in acqua in cui gli atleti si misurano con se stessi prima che con gli altri competitor, a colpi di stile libero, dorso o rana, per testare la propria resistenza, ma anche per valorizzare la bellezza dello sport nobile, pulito, sano, costituito esclusivamente da forza fisica, allenamento e competizione agonistica. Un evento che offre ai partecipanti l’occasione unica di nuotare di notte in un’atmosfera quasi magica che, in un sabato sera, riesce ad attrarre decine e decine di giovani i quali, anziché riempire discoteche o i luoghi della movida, scelgono di affollare la pedana del bordo vasca per nuotare insieme agli amici divertendosi, dunque vivendo un fine settimana sicuramente alternativo. Un’occasione di crescita personale, dunque, in cui lo sport si abbina anche alla solidarietà: l’iscrizione alla 24 Ore richiede infatti una quota di 4 euro, 3 euro per chi nuoterà in notturna”.

Una “competizione” in notturna dunque che per rifocillare i partecipanti prevede anche caffè e cornetti dalle 3 alle 5 del mattino. “A fine evento, a tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione con l’indicazione del numero dei metri percorsi in acqua e i più ‘resistenti’, compresi i gruppi, riceveranno premi – conclude Martelli. Partiamo dal dato 2021, quando sono stati percorsi in acqua 320mila 100 metri, ossia la distanza da Pescara e Roma andata e ritorno: l’edizione 2022 dovrà veder superato il record”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la maratona solidale "Le 24 ore di nuoto" nella piscina provinciale: la "competizione" in notturna che sostiene i più fragili

IlPescara è in caricamento