rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità Caramanico terme

A 5 mesi dalla caduta decisa la rimozione del masso dalla strada di Caramanico Terme

Il Comune di Caramanico annuncia a breve l'avvio dei lavori per la rimozione del masso che si era distaccato dal Colle la Civita lo scorso 8 giugno dalla rotatoria

In brevissimo tempo saranno avviati a Caramanico Terme i lavori di messa in sicurezza della rotonda nella quale lo scorso 8 giugno cadde un enorme masso che si era distaccato dal Colle la Civita.
 Come informa il Comune, l’intervento di somma urgenza è stato autorizzato ai sensi della legge regionale numero 17/1974 per l’importo massimo concedibile di 200 mila euro.

L’intervento di somma urgenza è stato richiesto dall’amministrazione comunale in quanto non in grado, finanziariamente, di attuare l’opera.

L’intervento consisterà nella realizzazione di un vallo in terre armate a monte e il disingaggio dei massi valutati come pericolosi e prossimi al distacco. Oltreché per la motivazione di mettere in sicurezza la rotatoria antistante la galleria, l’opera è necessaria in quanto richiesta dall’Anas che, in quanto titolare e responsabile della strada, la ritiene imprescindibile per la rimozione in sicurezza del masso caduto e la riapertura della galleria.

«A riguardo», si legge in una nota, «precisiamo che l’amministrazione comunale fin da subito era pronta a rimuoverlo ma, sicuramente con correttezza, l’Anas lo ha vietato per motivi di sicurezza degli operatori. I tempi lunghi della burocrazia hanno indubbiamente ritardato l’inizio dei lavori ma andavano rispettati i nulla osta della soprintendenza e del Parco Nazionale della Majella, i quali hanno tempi “non brevi” e la richiesta da parte del Parco di ulteriori valutazioni ambientali ha prolungato i tempi. Alla fine si dice che finisce bene quello che finisce bene».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 5 mesi dalla caduta decisa la rimozione del masso dalla strada di Caramanico Terme

IlPescara è in caricamento