Attualità

Quaranta imbarcazioni per la gara di pesca della plastica: di 30 kg circa il "bottino" raccolto in mare

L'evento, organizzato da Assonatica Pescara e Fipsas si è svolto questa mattina in mare al largo di Pescara

Quaranta imbarcazioni si sono sfidate in mare ieri 5 giugno a Pescara per la gara di pesca alla plastica, organizzata da Assonatica Pescara e Fipsas (Federazione Pesca Sportiva e Attività Subacquee). Gommoni, motoscafi, barche a vela con a bordo famiglie intere hanno dedicato la mattinata all'ambiente per l'evento che punta a sensibilizzare tutti sul tema della tutela del mare in occasione della giornata mondiale dell'ambiente. 

Le condizioni di mare calmo hanno reso ideale la giornata delle "sentinelle armate" che, con guadino e secchi, hanno dato l'alt al minimo cenno di presenza di oggetti galleggianti.

Le sorprese sono state tante: dagli scarponi da lavoro pescati da due barche differenti, al "relitto", alla tanica con residui di gasolio, tante mascherine, pallone gonfiabile, fogli plastificati e buste (alcune con dei pesciolini intrappolati), tante bottiglie e bottigliette e cassette di polistirolo.

Nel pomeriggio la premiazione nel padiglione "Becci" del porto turistico Marina di Pescara ai due equipaggi che hanno raccolto più plastica e rifiuti: l'imbarcazione di Simone Palmieri, con a bordo due bimbi, che ha tirato su quasi 9 kg di plastica e rifiuti ingombranti il cui premio è stata un’opera dell’artista abruzzese Enea Cetrullo e al secondo posto l’imbarcazione di Franco Spina, anche qui con due bambini a bordo, che ha pescato circa 5,5 kg e che ha vinto il premio dell’artista Vittorio Di Boscio, che ha realizzato anche una barca simbolicamente piena di rifiuti, opera esposta all’esterno del padiglione. 

n

Premi e gadget offerti dagli sponsor sono stati consegnati a tutti i partecipanti come borracce ecologiche, portachiavi di legno, magliette realizzate appositamente per l’evento e vini. In serata sono stati proiettati video didattici sull'ambiente. Il presidente di Assonautica Pescara Di Filippo:

"E' stata una giornata importante per il nostro mare. Questa manifestazione dimostra quanto si può fare per ampliare la cultura verso il mare e il senso di rispetto verso l'ambiente. La plastica rappresenta una minaccia per l'ambiente marino e ognuno di noi, oggi, può e deve fare qualcosa per far sì che questa minaccia non si trasformi domani in un segnale di morte". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quaranta imbarcazioni per la gara di pesca della plastica: di 30 kg circa il "bottino" raccolto in mare

IlPescara è in caricamento