Attualità Spoltore

Uomo salvato dal suicidio a Spoltore, arrivano i complimenti di Fuori Coro alla polizia locale

Fuori Coro, una compagine di ufficiali e agenti della polizia locale appartenenti a vari Comuni d'Italia, fa i complimenti ai colleghi di Spoltore per il salvataggio di un uomo che aveva deciso di farla finita con i gas di scarico della propria automobile

Una lettera indirizzata al sindaco di Spoltore, Chiara Trulli, e al comandante della polizia locale, Panfilo D'Orazio, per complimentarsi per il salvataggio di un uomo che aveva deciso di farla finita con i gas di scarico della sua automobile dopo essersi chiuso nell'abitacolo.
È quella che ha scritto e inviato Fuori Coro ovvero una compagine di ufficiali ed agenti della polizia locale appartenenti a vari Comuni d'Italia.

«Non siamo un gruppo politicizzato né facciamo attività sindacale», si legge nella missiva, «siamo solo uniti dalla passione per il nostro lavoro per il quale promuoviamo iniziative e attività volte al riconoscimento della nostra categoria spesso sottostimata e poco apprezzata».

E hanno appreso, tramite un articolo pubblicato sul nostro giornale, che «agenti del Comando di Spoltore si sono distinti intervenendo in una situazione di grande emergenza, scongiurando un tragico epilogo e salvando cosi la vita a un uomo, un 62enne, intenzionato a un insano estremo gesto. Teatro di questo provvidenziale intervento da parte dei nostri amici e colleghi abruzzesi, un casolare della zona, dove l'uomo scomparso già dalle prime ore del mattino e attivamente ricercato, si era ritirato perché intenzionato a por fine alla sua vita, utilizzando i gas di scarico della sua automobile. I colleghi di Spoltore, individuato il casolare, senza por tempo al tempo, dopo aver spento il motore, hanno tentato di rianimare l'aspirante suicida nell' attesa che sopraggiungessero i soccorsi immediatamente allertati che hanno poi stabilizzato e portato in ospedale l'uomo protagonista di questa vicenda. Una vicenda a lieto fine il cui merito va ai colleghi abruzzesi che grazie alla loro prontezza di intervento, alla loro determinazione e a una capillare conoscenza del territorio, hanno scongiurato l'incombente tragedia che si stava consumando. Un intervento questo che oltre il plauso generale merita anche la solita riflessione per quanto accaduto in questo comune. Riflessione doverosa perché non è la prima volta che i colleghi vengono chiamati a intervenire in casi, ove codici legislativi e rigore, devono lasciare il posto a sangue freddo, prontezza decisionale e capacità di intervento e immaginiamo che sia stato tutt'altro che semplice adoperarsi in un caso simile, immaginiamo come la tensione che tenuta sotto controllo dalla razionalità, diventi poi sollievo e soddisfazione per avercela fatta e per essere stati all'altezza della situazione».

Così concludono da Fuori Coro: «Ecco un altro aspetto di quel che è la grande famiglia delle giacche blu, dei "vigili urbani": gente preparata, con un grande coraggio e un grande cuore che sono da sempre, a disposizione e a beneficio di tutti. Pertanto, ai nostri colleghi protagonisti di questa vicenda, dobbiamo tributare un applauso meritato e dovuto perché con il loro sangue freddo e la loro prontezza di intervento, hanno contribuito a salvare una vita. Gli auguri che facciamo all'uomo volto a tanta tragica intenzione, vanno ancora una volta a fare da eco ai complimenti che questi nostri validissimi colleghi davvero meritano. Bravi! Bravi, operativi, preparati e assolutamente degni di encomio; e quanto accaduto a Spoltore, sia di esempio e monito a tutti coloro che considerano la polizia locale, una polizia di serie B, i gabellieri del Comune, oppure una inutile compagine di neghittosi fannulloni. Polizia locale, una polizia di eccellenza!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo salvato dal suicidio a Spoltore, arrivano i complimenti di Fuori Coro alla polizia locale
IlPescara è in caricamento