Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità Pineta Dannunziana

Gli ambientalisti sulla visita di Fratoianni alla pineta dannunziana: "Negato l'accesso ai rappresentanti delle associazioni"

Le associazioni del "Coordinamento Salviamo gli alberi di Pescara" commentano la visita del parlamentare alla riserva dannunziana

Le associazioni del "Coordinamento Salviamo gli alberi di Pescara" commentano la visita effettuata ieri dal deputato di Sinistra Italian Nicola Fratoianni alla pineta dannunziana, dopo aver promosso nel maggio scorso un'interpellanza riguardante il taglio degli alberi in via Pantini, per la quale non è mai arrivata una risposta dal Ministro.

Fratoianni,spiegano le associazioni, è arrivato a Pescara per valutare la situazione della riserva dopo l'incendio e gli allarmi lanciati dai cittadini e dalle associazioni:

"Alla richiesta protocollata di visionare la Riserva, non ha mai avuto risposta. Il sindaco e i responsabili del
servizio, non hanno inoltre ritenuto di dover essere presenti alla visita di un parlamentare della
Repubblica Italiana. Arrivato ai cancelli della Riserva, dai quali si poteva notare un folto gruppo di universitari che stava visionando la riserva, anche con al seguito dei veicoli, l’onorevole Fratoianni ha chiesto al tecnico comunale di poter svolgere la sua perlustrazione dei luoghi assieme ad alcuni rappresentanti delle associazioni, considerando anche la disponibilità ad accompagnare il gruppo espressa dal comandante dei carabinieri forestali che era lì presente.

Solo a una persona del Coordinamento è stato permesso l’accesso, additando gli altri come “ambientalisti”, quasi fosse un demerito, e discriminandone di fatto l’accesso e cosa ancor più grave l’esposizione dei fatti."

Fratoianni dopo la visita alla riserva si è recato in via Pantini soffermandosi sul pino monumentale colpito dall'incendio che però sembra dare segnali di ripresa.

"Il sindaco e i suoi tecnici anche oggi non hanno perso l’occasione per dimostrare una presa di posizione preconcetta sulle associazioni che si adoperano in difesa del bene comune e che riconoscono il ruolo della Natura in città. Ancora chiediamo l’istituzione degli organismi di gestione della riserva “Pineta dannunziana”, il
tavolo del verde aperto a cittadini, associazioni e altri enti e volontari ambientali, il rispetto per la posizione delle associazioni che si spendono da anni per la salvaguardia del verde urbano, per le persone che lo compongono, evitando inutili e nocive strumentalizzazioni. "

Le associazioni chiedono anche le motivazioni della mancata risposta all'interpellanza parlamentare, le ragioni che vietano l'accesso libero alla riserva nella mattinata di ieri durante la visita del parlamentare.

fratoianni pineta 2-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli ambientalisti sulla visita di Fratoianni alla pineta dannunziana: "Negato l'accesso ai rappresentanti delle associazioni"

IlPescara è in caricamento