Degrado al Parco Lavino: Legambiente e cooperativa Mani Tese rispondono a IlPescara

Le associazioni sono gestori della struttura "solo post Covid", e in poco più di un mese "sono riuscite a dare al Parco la migliore vivibilità possibile con i tempi stretti disponibili". Ecco la loro replica integrale

Legambiente Scafa e cooperativa Mani Tese, gestori del Parco Lavino, rispondono a IlPescara e precisano quanto di seguito in merito a un articolo da noi pubblicato ieri su segnalazione di un lettore.

"Le associazioni di cui sopra - si legge in una nota - sono gestori del Parco Lavino solo post Covid, e in poco più di un mese sono riuscite a dare al Parco la migliore vivibilità possibile con i tempi stretti disponibili. Il progetto più a lungo raggio prevede una riapertura graduale con manutenzione tutto l’anno dei sentieri, del vecchio Mulino, della Miniera e il ripristino e la pulizia di tutte le aree che le recenti alluvioni hanno danneggiato e/o chiuso addirittura in alcuni tratti deviando il letto del fiume ormai ridotto ai minimi termini".

Nella giornate di ferragosto e del 16 agosto, le associazioni hanno "predisposto un servizio di accoglienza e portierato con 6 addetti sicurezza/antincendio dell’agenzia Feder che giravano regolarmente nel parco (aggiungendosi ai volontari Legambiente), verificando che tutto fosse a posto. Non è mancata la vigilanza dei carabinieri dorestali che più volte sono passati per il parco".

"Dalle foto", affermano Legambiente e Mani Tese, "notiamo solo qualche sacchetto sotto un cestino colmo: nulla in confronto a tutta la spazzatura che i volontari di Legambiente ogni sera ripuliscono e portano nei bidoni della differenziata presenti all’inizio del Parco, proprio accanto al campetto da calcio".

Relativamente alle foto delle grigliate, "come si vede dalle stesse - aggiungono le associazioni - quelle sono zone adibite proprio all’utilizzo delle fornacelle e dei barbecue (si vedono chiaramente le pietre che delimitano tali aree). Dalle foto pubblicate non possiamo verificare se animali o altre persone abbiano di fatto potuto fare il bagno, anche se lo troviamo difficile visto che la profondità maggiore nel massimo punto non supera i 40 centimetri e, comunque, quando nei giorni precedenti è successo (sicuramente non è compito delle associazioni verificarlo), gli autori del fatto sono stati sanzionati sul posto dai carabinieri forestali sempre presenti sull’area".

E ancora: "Sinceramente non troviamo motivazioni su quanto riportato dal lettore, visto che, da quando Legambiente e Mani Tese hanno preso la gestione del parco, la parziale fruizione dello stesso è stata garantita nella migliore maniera possibile e con tutta la sicurezza necessaria. Tanto si dovrà fare, e lungimirante è il progetto delle associazioni che vogliono far tornare il parco fruibile al 100% creando percorsi per le scuole e per le comitive, il tutto in collaborazione con il Comune di Scafa".

Lega Ambiente e Mani Tese erano "presenti con varie postazioni sul parco", e il loro personale (volontario) ha "costantemente monitorato la situazione raccogliendo la soddisfazione di tutti i cittadini presenti che hanno ricevuto servizi e informazioni", concludono le due associazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Pochi minuti e il cielo diventa scuro sopra Pescara, e viene giù il temporale [FOTO-VIDEO]

  • Donna travolta da un'auto mentre attraversa la strada a Montesilvano, è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento