rotate-mobile
Attualità

Covid, 3 classi della scuola primaria Flaiano (60 alunni) in quarantena per casi di positività

Dal Comune fanno il punto riguardo ai contagi da Coronavirus accertati nelle scuole di Pescara negli ultimi giorni

Su 11 mila studenti di scuola primaria e secondaria di primo grado di competenza del Comune di Pescara, sono solo tre le classi della scuola primaria (Flaiano in via Cecco Angiolieri) che sono sottoposte al regime della quarantena cautelativa, che scatta quando in una stessa classe si riscontrano almeno 3 casi positivi, con l’obbligo del tampone molecolare per circa una sessantina di studenti. 
A riferirlo, nel corso della seduta della commissione Commercio e Attività Produttive (presieduta da Fabrizio Rapposelli), è stato il vice sindaco e assessore alla Pubblica Istruzione, Gianni Santilli.

All'esito della commissione, come fa sapere il presidente Rapposelli, viene chiesto, a fronte di una ripresa dei contagi da Covid-19 che non sta risparmiando nemmeno i bambini, «una nuova stretta sui controlli anti-Covid-19, dalla verifica del green pass all’uso delle mascherine e alla disponibilità di prodotti per la continua igienizzazione delle mani, in tutti i luoghi pubblici, dalle scuole agli uffici sino ai pubblici esercizi».

«Ovviamente chiederemo un impegno ulteriore della Polizia municipale perché controlli efficaci oggi significano evitare chiusure nel periodo natalizio, che rappresenterebbero la mannaia per tutti», aggiunge Rapposelli, «purtroppo il virus del Covid-19 sta riprendendo quota facendo registrare un aumento dei contagi soprattutto nelle scuole, dove minore è il numero dei vaccinati, e a fronte delle ultime notizie circa l’introduzione della quarantena per le prime classi abbiamo ritenuto opportuno fare un bilancio della situazione attuale, considerando che tra poco meno di 40 giorni saremo a Natale. Situazione tranquilla, per ora, in tutte le altre scuole di competenza comunale dove non si sono registrati altri focolai. Attualmente le speranze sono riposte in un incremento della fase vaccinale, estendendo l’inoculazione anche ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni, indicazione che potrebbe arrivare dal Governo già entro il prossimo dicembre. Nel frattempo l’unica difesa, finchè tutta la popolazione non sarà completamente vaccinata, resta il rispetto rigoroso delle regole previste dal ministero per contenere il virus, ossia il rigido controllo del green pass per coloro che devono esserne dotati, dalle scuole ai ristoranti ai bar ai luoghi di lavoro, l’uso costante della mascherina di protezione e l’utilizzo continuo dei dispositivi per l’igienizzazione delle mani. È vero che con la riduzione del numero dei contagi, dalla scorsa estate, si è abbassata anche la soglia di attenzione e si sono allargate le maglie, venendo meno la tensione dei due anni di lockdown vissuti, tant’è vero che anche l’amministrazione comunale ha avviato dei piccoli cantieri per ripristinare la situazione pre-Covid in alcune scuole, come a Borgo Marino nord, dove sono stati affidati i lavori per la rimozione dei tramezzi realizzati nella palestra scolastica per incrementare il numero di aule ipotetiche e consentire una migliore suddivisione dei bambini in classi numericamente più piccole, con un distanziamento maggiore. A fronte dell’abbassamento della curva dei contagi, la stessa dirigente scolastica ha chiesto all’amministrazione di restituire la palestra alla sua funzione originaria, e il Comune sta in effetti provvedendo. Ma ora l’incremento dei contagi, a livello nazionale, regionale e anche locale, ci impone di tornare a un minimo di rigidità. Per questa ragione, dalla stessa commissione, è arrivata forte la richiesta di sollecitare la Polizia municipale a effettuare una campagna di controlli a campione per verificare, innanzitutto, il rispetto dell’obbligo del green pass, nelle scuole così come nei pubblici esercizi, ricordando le pesanti sanzioni in cui incorrono sia i ristoratori che non garantiscono il controllo per chi consuma pasti all’interno dei locali sia coloro che fossero eventualmente sorpresi in violazione della norma».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, 3 classi della scuola primaria Flaiano (60 alunni) in quarantena per casi di positività

IlPescara è in caricamento