rotate-mobile
Attualità Rancitelli

Gruppo di cittadini contro Pettinari: "Continua a infangare gli abitanti del quartiere chiamandolo Rancitelli"

Riceviamo e pubblichiamo una mail di lamentela da parte di un gruppo di residenti di Villa del Fuoco a Pescara che criticano Domenico Pettinari, vice presidente del consiglio regionale

«Sono un residente di Villa del Fuoco, abito in via Giardino, e regolarmente nella giornata odierna, ovvero sabato, in tv io e altri concittadini abbiamo dovuto assistere al solito spettacolino squallido e ciarliero di questo Pettinari, che ricopre anche una carica regionale di tutto rispetto, ovvero vice presidente. Come sempre continua a infangare gli abitanti del quartiere chiamandolo Rancitelli, il che ancora una volta denota la sua ignoranza e la scarsa sensibilità verso cittadini che  a fatica cercano di riqualificare il quartiere vivendolo normalmente. Ma la cosa che è veramente fastidiosa sono le sue continue denunce basate sul nulla, ovvero parla continuamente di abusivi, spacciatori e delinquenti, quando la cosa, almeno per gli abusivi, non corrisponde a realtà. Ogni settimana farnetica di decine e decine di appartamenti occupati abusivamente, ma a noi che ci abitiamo non risulta. A questo punto, essendo lui un personaggio politico qualificato, lo invitiamo di recarsi dal prefetto, comunicandolo pubblicamente, in cui presenterà la lista delle vie con relativi numeri civici ove sono presenti questi abusivi, spacciatori e delinquenti. È troppo comodo andare con una troupe televisiva a sparare sciocchezze, tornando poi nella propria comoda residenza (che non ci è ancora dato di conoscerne la località, anzi pensiamo non risieda nemmeno a Pescara) ma lasciando su tutti noi abitanti la solita patina di malaffare che non corrisponde al vero se non su alcune sacche ben conosciute alle forze dell'ordine. Se poi questo "signore" non ha il coraggio di andare dal prefetto con alcuni rappresentanti del quartiere, andasse in Comune o all'Ater a consegnare detta lista, altrimenti.. taccia per sempre, perchè avrà dimostrato soltanto di essere un piccolo chiacchierone in cerca di notorietà solo per interessi politici personali. Ringrazio dell'attenzione a mio nome e a quello di altri 10 cittadini, che probabilmente cercheranno di far rinascere il quartiere Villa del Fuoco riunendosi in una associazione/comitato che cercherà, fra le altre cose, di far dimenticare il nome Rancitelli, che non rappresenta più nemmeno chi delinque ma viene ancora  ben utilizzato di chi ha ambizioni politiche».

A firmare la lettera sono Antonio Di Marco, Vittorio Baccelli, Maria Antonia Helmut, Rosanna Barone, Giovanni Pasqualone e Antonio Di Lorito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gruppo di cittadini contro Pettinari: "Continua a infangare gli abitanti del quartiere chiamandolo Rancitelli"

IlPescara è in caricamento