rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Attualità

Cena di gala per il Pescara Abruzzo Wine: premiate le cantine top [FOTO]

Nella cena, il gran finale è stato tutto per il dessert: lo chef ha infatti preparato un gelato al Parrozzo di Luigi D'Amico con Aurum originale degli anni '60, proveniente dalla collezione personale del patron Nino Catani

Con una cena di gala tenutasi ieri al ristorante "La griglia dell'orso", nel porto turistico, è andata definitivamente in archivio la diciassettesima edizione del Pescara Abruzzo Wine, manifestazione organizzata dall'Accademia Internazionale Enogastronomi Sommelier - delegazione Adriatica e tenutasi all'Aurum dall'8 all'11 dicembre. Il premio "Vino e Cultura Città di Pescara" ha visto convegni e degustazioni ma soprattutto tanti visitatori che sono andati alla scoperta delle cantine abruzzesi e non solo, data la provenienza di aziende anche da fuori regione.

Nell'allestimento dell'evento sono stati coinvolti, tra gli altri, anche il consiglio regionale e il Comune di Pescara, come dimostra la presenza alla conviviale del presidente Lorenzo Sospiri, del sindaco Carlo Masci e dell'assessore alla cultura Maria Rita Carota. Tanti però anche gli addetti ai lavori, come ad esempio i produttori vitivinicoli Filiberto Mastrangelo, Martina Danelli e Simona Gaglierano, il giornalista e food blogger Gianluca Marchesani e il gestore di Wine Room Christian D’Arcangelo. Il premio per il miglior Montepulciano Riserva è andato a Vini Fantini Colline Teramane Montepulciano d'Abruzzo Doc ed è stato ritirato da Roberta Accardo, direttore vendite, e Debora Lattanzio.

Risotto al Montepulciano con fiore di campo

Durante la serata, con l'architetto Nino Catani a fare da gran cerimoniere, è stato possibile degustare i vini delle varie realtà locali, tra cui menzioniamo Fattoria Gaglierano, Marchesi de' Cordano, Agriverde (con il vitigno autoctono Passerina in "Riseis") e Collefrisio (molto apprezzato, in quest'ultimo caso, l'In&out del 2018, un rosso intenso da 16 gradi).

Il menu ha proposto un tagliere a base di salumi e formaggi abruzzesi d'eccellenza (pregevole, in particolare, l'immancabile ventricina) e antipasti caldi tipici (pallotte cace e ove e pipintun e ove), un delicato risotto al Montepulciano con fiore di campo, una porchetta speziata allo zafferano da una vecchia ricetta della nostra tradizione e, a fare da contorno, patate al forno e insalata con pomodorino antico abruzzese. Il gran finale, però, è stato tutto per il dessert: lo chef ha infatti preparato un gelato al Parrozzo di Luigi D'Amico con Aurum originale degli anni '60, proveniente dalla collezione del patron Catani che ha guarnito personalmente con il suo liquore i piatti dei vari commensali.

Gelato al Parrozzo di Luigi D'Amico con Aurum originale degli anni '60

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cena di gala per il Pescara Abruzzo Wine: premiate le cantine top [FOTO]

IlPescara è in caricamento