Attualità

Carcere di Pescara con 430 detenuti, il sindacato Uilpa: "Situazione sempre più insostenibile"

A sottolinearlo, come riferisce l'Agenzia Stampa Italia, è il sindacato Uilpa

«Il numero dei detenuti del carcere di Pescara è passato da 250 a 430 e la situazione diventa sempre più insostenibile arrivando, se non l'ha già fatto, al punto di non ritorno». 
A sottolinearlo, come riferisce l'Agenzia Stampa Italia, è il sindacato Uilpa.

Inoltre, come segnala la sigla sindacale Uil Pubblica amministrazione, nell'istituto di pena opera una sola psicologa, con la maggior parte dei detenuti costituita da tossicodipendenti e alcooldipendenti. Dunque casi che implicano un notevole impegno lavorativo sia per la professionista che per gli operatori sanitari e per gli agenti di polizia penitenziaria

«I ristretti», si legge nella nota della Uilpa, «necessitano di un supporto psicologico costante a causa dell'autolesionismo, dello sciopero della fame e dei reiterati comportamenti indisciplinari e di insubordinazione. Il colloquio psicologico in carcere nei confronti dei detenuti tossicodipendenti  è fondamentale e rappresenta uno strumento fondamentale per sostenere, orientare e motivare il detenuto per il suo percorso riabilitativo e per dare attraverso una relazione scritta informazioni  utili per il suo trattamento alla Direzione del Carcere e alla Magistratura. Nell'ambito della medicina penitenziaria fondamentale importanza riveste infatti il  ruolo dello psicologo ma  con  un irrisorio numero di ore (35 mensili), del tutto insufficienti per svolgere  un lavoro di supporto psicologico, motivazionale e di orientamento, altro non si fa che mettere a rischio l'intero impianto trattamentale e con esso la volontà espressa dalla Costituzione e di riflesso anche la sicurezza all'interno dell'istituto stesso».

Per questo motivo il sindacato ribadisce l'importanza della continuità terapeutica unica capace di garantire presenza e sostegno continuo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Pescara con 430 detenuti, il sindacato Uilpa: "Situazione sempre più insostenibile"

IlPescara è in caricamento