rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Attualità

L'appello delle associazioni sportive delle Naiadi: "Sì al project financing per garantire un futuro alla struttura"

Le associazioni sportive che operano all'interno del complesso sportivo, che rappresentano oltre 700 atleti, chiedono che la Regione renda operativo il Project Financing già approvato

Il Project Financing già approvato dalle commissioni regionali deve diventare operativo e concreto, per salvare il futuro delle Naiadi. A dirlo le associazioni sportive pescaresi che operano all'interno della struttura sportiva con oltre 700 atleti, che lanciano un appello alla Regione facendo seguito alla lettera già inviata da Amedeo Pomilio al presidente Marco Marsilio. Come riporta Ansa, le associazioni ritengono che questa possa essere l'unica soluzione per garantire continuità alla struttura, fiore all'occhiello degli sport natatori, e non solo, di Pescara.

"Abbiamo un disperato bisogno di garantire ai nostri atleti la possibilità di preparazione costante e senza il timore di interruzioni dei servizi. Purtroppo, con il lievitare dei costi di gestione e la vetustà dei sottoservizi è impossibile lavorare in economia. Il Project Financing, già approvato dalla Fira in termini di sostenibilità economica, garantirebbe l'eliminazione di gran parte dei costi energetici e la sistemazione definitiva degli impianti, oltre che il rinnovamento totale del Complesso Sportivo".

I responsabili di Swim Team (nuoto sincronizzato pinnato e master con titoli mondiali), Swim Action Montesilvano (serie C Pallanuoto), Club Aquatico (serie B Pallanuoto), Gollum Climbing Academy (arrampicata, 3/a squadra giovanile d'Italia) e Swamp Swim rivolgono un appello a Marsilio affinché possa garantire il futuro dell'impianto, mentre il campione olimpico Marco D'Altrui ha aggiunto:

"Non posso che essere favorevole a un'iniziativa votata al rilancio dello sport pescarese e abruzzese. Noi abbiamo vissuto in prima persona i momenti che più lustro hanno dato alla città e l'attuale situazione non rende onore a quello che, nel passato, si è costruito sportivamente grazie un impianto che dava continuità e serenità a tutti i ragazzi. Noi siamo cresciuti in un impianto al centro del quale c'erano gli atleti e la loro crescita e oggi tutto questo è messo da parte. Penso non ci sia più tempo da perdere per rilanciare l'impianto sportivo con investimenti cospicui, che certo il project financing può garantire, che possano trasformare di nuovo l'impianto in un fiore all'occhiello dell'Italia natatoria intera"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello delle associazioni sportive delle Naiadi: "Sì al project financing per garantire un futuro alla struttura"

IlPescara è in caricamento