Attualità

In Abruzzo ristoratori e gestori dei locali non aderiranno alla protesta #ioapro

Nella nostra regione dovrebbero essere pochissimi i gestori che per protesta rimarranno aperti al pubblico anche dopo le 18

I ristoratori e gestori di locali abruzzesi non aderiranno in massa alla protesta organizzata per oggi 15 gennaio denominata #ioapro riguardante le restrizioni imposte dal Governo al settore dei bar e ristoranti, che non possono aprire al pubblico (anche in caso di zona gialla) dopo le ore 18.

Dalle prime informazioni, infatti, le associazioni di categoria che sono completamente estranee alla protesta, hanno fatto sapere che nella nostra regione non ci sono state segnalazioni particolari. Non è ovviamente escluso che qualche gestore decida autonomamente di ricevere clienti all'interno del locale anche dopo le 18 come previsto dalla protesta che, secondo gli organizzatori, sarà sostenuta in Italia da oltre 50 mila imprenditori del settore.

Come riporta l'Ansa, anche i principali gruppi di ristoratori hanno deciso di di non aderire per non esporsi a dei rischi senza ottenere, di fatto, risultati concreti. Le zone sensibili saranno comunque presidiate dalle forze dell'ordine, anche se in piazza Muzii non dovrebbero esserci locali allineati con la protesta. In caso di mancato rispetto del dpcm, sono previste multe dai 400 euro in su e la possibile chiusura per 5 giorni. L'attenzione dei ristoratori e bar, invece, è massima verso la possibilità che nel nuovo decreto anche in zona gialla sia vietato l'asporto dopo le 18.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Abruzzo ristoratori e gestori dei locali non aderiranno alla protesta #ioapro

IlPescara è in caricamento