rotate-mobile
Attualità

Signal for help: un gesto contro la violenza domestica

Le misure di isolamento sociale, necessarie per contrastare la diffusione del Coronavirus, hanno reso ancor più difficile la vita di tutte le vittime di violenza e abuso domestico

Può bastare un segnale per salvare una vita. Signal for help è un gesto di aiuto lanciato dalla Canadian Women's Foundation durante la pandemia da Covid-19, per contrastare i casi di violenza domestica. Oggi questo gesto è condiviso da organizzazioni partner in tutto il mondo.

L’emergenza sanitaria ha costretto le persone a stare in casa: le misure di isolamento sociale, necessarie per contrastare la diffusione del Coronavirus, hanno reso ancor più difficile la vita di tutte le vittime di violenza e abuso domestico. Per chiedere aiuto può bastare il segnale Canadian Women's Foundation, da utilizzare, ad esempio, durante una videochiamata.

È quindi importante che il gesto sia conosciuto dalla vittima e dal suo interlocutore. Solo in questo modo si potrà evitare, forse, l’inevitabile.

Come funziona il segnale di aiuto

Signal for help consiste in un gesto molto semplice e silenzioso per avvertire qualcuno della propria condizione.

Come si fa? Aprire il palmo, piegare il pollice all’interno del palmo e poi piegare le quattro dita sul pollice (come in foto).

Cosa faccio se vedo il segnale?

Bisogna innanzitutto interpretare bene il segnale e cerca di capire cosa ci sta chiedendo la persona che l’ha fatto. In ogni caso, è necessario avvisare i servizi di emergenza (carabinieri, polizia, vigili del fuoco, ambulanza).

Vi lasciamo il link del video tutorial (clicca qui).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Signal for help: un gesto contro la violenza domestica

IlPescara è in caricamento