rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022

VIDEO | Anche don Enrico dice 'no' all'asilo in via della Fornace Bizzarri: "Il parco serve 2mila cittadini: non toccatelo"

Anche il sacerdote della parrocchia Santa Lucia ha partecipato questa mattina alla manifestazione dei residenti che, nonostante la decisione ormai presa dall'amministrazione, chiedono di fare un passo indietro. Per lui si è davanti ad una "preoptenza"

C'era anche don Enrico, sacerdote della parrocchia Santa Lucia di via Tirino, alla protesta dei residenti di via della Fornace Bizzarri che chiedono al Comune di non togliere l'unico parco della zona per costruirci un asilo.

“Qui abbiamo una popolazione che se contiamo via Tirino con la possibilità di via Celestino V è di 2mila abitanti – spiega il parroco -. Questa popolazione non ha uno spazio verde, l'unico è questo. Pur riconoscendo l'utilità e urgenza da parte dell'amministrazione comunale di procedere a realizzazione di una silo nido penso che non si possa togliere l'unico spazio verde che questo pezzo di città”. Uno spazio che rappresenta un luogo di aggregazione sociale: “andare a togliere l'unico pezzo verde che c'è in un quartiere mi sembra proprio una prepotenza, usiamo questo termine così tutti capiscono”, conclude.

Un appello che all'amministrazione oggi hanno lanciato residenti, bambini e persino cittadini arrivati da via Santino Campana per chiedere che né nel quartiere di San Donato né nel loro in zona Colli e in un'area dove attualmente ci sono gli orti urbani, si realizzino i due asili chiedendo alla stessa di trovare soluzioni diverse e, affermano, possibili.

Copyright 2022 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Anche don Enrico dice 'no' all'asilo in via della Fornace Bizzarri: "Il parco serve 2mila cittadini: non toccatelo"

IlPescara è in caricamento