rotate-mobile

VIDEO | No green pass-Non toccate i minori: va avanti lo sciopero della fame e della sete

Si inasprisce la protesta contro il green pass e la vaccinazione minorile

Particolarmente significativa e vibrante la protesta quella che si sta consumando in questi giorni in piazza Italia a Pescara: lo sciopero della fame e della sete.
Nico Liberati del movimento "No green pass - Non toccate i minori", è al terzo giorno di questa forma di protesta, davvero molto dura.

«Rimaniamo in attesa proprio tra il Palazzo di Citta e quello del Governo a testimonianza del dissenso denunciando così i gravi fatti e i crimini che si stanno consumando a danno dei nostri figli. Questo appello, segue le rassicurazioni forniteci dal presidente della giunta regionale Marco Marsilio, e l’invito alla fiducia nelle istituzioni, cui nostro malgrado dobbiamo riscontrare un sostanziale nulla di fatto per le problematiche che torniamo a sollevare, quali quelle della discriminazione, delle terapie domiciliari, dei tamponi gratuiti e di un sistema di monitoraggio attivo (diversamente da quanto fatto per gli adulti) degli effetti avversi sui minori. Per questi motivi iniziammo il 4 ottobre scorso una manifestazione di dissenso estremo, che è durata fino all’8 ottobre, data nella quale le istituzioni regionali ci hanno accordato la giusta attenzione, convocandoci ad un tavolo istituzionale che si è tenuto l’11 ottobre. La nostra protesta riprende per gli stessi motivi del 4 ottobre», dichiara Liberati.

Attorno a lui, altri aderenti al movimento e anche un medico, che sta monitorando le condizioni di salute di Nico Liberati. Che annuncia anche l'arrivo a Pescara dei leader dei portuali di Trieste, Stefano Puzzer, nella giornata del 24 novembre.

Copyright 2021 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | No green pass-Non toccate i minori: va avanti lo sciopero della fame e della sete

IlPescara è in caricamento