menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un Pescara trasformato affronta il Ravenna

Dopo tanto discutere della prestazione di Olivi e compagni, mister Cuccureddu ha deciso di tentare una rivoluzione in squadra per dare maggiore continuità al gioco e riuscire ad amministrare il risultato, dopo la partita dalle due facce di domenica a Portogruaro

Nella partita di allenamento infrasettimanale contro la Beretti il mister di Alghero ha provato nel primo tempo sulla linea difensiva Medda, Olivi, Sembroni e Petterini, a centrocampo Gessa, Coletti, Tognozzi e Matarazzo e in attacco il tandem Ganci-Artistico. Nel secondo tempo spazio per Zanon e Vitale a terzini con Mengoni e Romito centrali, Bonanni, Dettori, Zappacosta e Carboni i quattro di centrocampo con Verratti e Sansovini davanti.

Il modulo preferito stando a quanto affermato dal mister non varierà se non in attacco dove nel caso dovessero trovarsi a giocare Verratti e Sansovini si avrebbe un ruolo da regista per il piccolo bianco-azzurro a favore del ritrovato bomber romano.

Il capitano del Pescara, rilasciando delle dichiarazioni nel post-allenamento, ha evidenziato come l’impegno darà i suoi frutti e sulla concentrazione dovranno essere compiuti gli sforzi maggiori per evitare il ripetersi di errori grossolani come quelli della gara contro la capolista.

Il Ravenna sarà squadra ostica da affrontare e questo lo sa bene Cuccureddu che inserisce la formazione romagnola nella lista delle possibili contendenti alla promozione: nelle dichiarazioni rilasciate dal mister la squadra di Esposito avrebbe se punti in meno di quanti potenzialmente avrebbe dovuto possederne.

Sugli spalti, l’entusiasmo non dovrebbe tradire le aspettative. sempre tenendo conto delle condizioni meteo. Le preoccupazioni dei tifosi bianco-azzurri sono ovviamente molte circa la tenuta per gli interi 90 minuti,  ma il ruolino di marcia della formazione abruzzese, soprattutto in casa, è invidiabile: attualmente detiene l’imbattibilità stagionale nel girone B e contestualmente la cosiddetta media inglese è zero, ciò evidenzia come vi sia perfetto equilibrio fra scelte tecniche e gioco espresso.

L’inizio della gara avverrà con 15 minuti di ritardo per lo sciopero promosso dal presidente della Lega-Pro Mario Macalli, al quale hanno aderito tutte le società di prima e seconda divisione, pertanto l’inizio della gara avverrà alle ore 15.15 anziché alle 15.00.

Questa, comunica la Lega, sarà la prima di una lunga serie di iniziative per contrastare la decisione del Governo e del Parlamento relativa alla distribuzione dei proventi derivanti dai diritti audiovisivi e dell’impiantistica sportiva.

La direzione di gara sarà affidata al Sig. Colasanti di Siena coadiuvato dai Sig.ri Ostuni di Potenza e Volpe di Venosa.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento