menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spoltore è pronta ad accogliere per la prima volta nella storia il Giro d'Italia

La città accoglierà domani il passaggio della carovana rosa con biciclette rosa sparse in tutti gli snodi del percorso dei corridori all'interno del territorio comunale

Spoltore è pronta per festeggiare, per la prima volta nella storia, il passaggio del Giro d'Italia. La carovana rosa, infatti, domani 13 ottobre transiterà anche nella città, con biciclette rosa sparse su tutti i punti di snodo del giro, e l'immagine di Fausto Coppi e Gino Bartali, oltre che sul muraglione di via del Circuito, è affissa in decine di manifesti in città. Spoltore, come ha evidenziato il sindaco Di Lorito, è una città a forte vocazione ciclistica con diversi campioni fra cui spicca Danilo Di Luca:

"Che ha vinto il 90° Giro d’Italia oltre a tantissime corse internazionali, tra le quali la Liegi-Bastogne-Lieg. Ma Di Luca è stato il figlio di un movimento sportivo che ha radici molto più lontane”

Fra i non professionisti va ricordato anche Americo De Amicis che nel 1953 vinse vinse in volata la Bologna-Raticosa, Donato Giuliani che fu professionista dal 1970 al 18977 con una tappa vinta  al Tour de Suisse 1972 e una al Tour de Romandie 1973. Cristian Leone, classe 1972, vinse nella seconda tappa del Circuit des Mines ed è stato un professionista fino al 2000 o Ruggero Marzoli, coetaneo di Di Luca vincitore del trofeo Matteotti nel 2005. Nello stesso anno vinse anche la prima tappa del Giro di Slovenia: una decina le sue vittorie da professionista, senza riuscire però mai a primeggiare in una frazione della corsa rosa. Il sindaco infine ha fatto sapere di voler candidare Spoltore per una partenza o arrivo nel giro del 2022.

spoltore giro 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rustell: storia e origini degli arrosticini abruzzesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento